GROTTAMMARE – Torna alla ribalta la questione Tributi Italia s.p.a.. Il Popolo della Libertà e Grottammare Futura sono uniti in una interrogazione all’amministrazione, che riceverà risposta orale il prossimo Consiglio Comunale di maggio.

I consiglieri di opposizione Concetti,  Olivieri, Vagnoni, Marconi, Rossi  e Mariani hanno posto diverse domande per vedere chiaro sulla questione: «Se vi è responsabilità da parte di chi avrebbe dovuto operare il controllo sui   flussi delle entrate fiscali, se si sono operate compensazioni tra debiti e crediti e per quali importi; se vi è pericolo di prescrizione dei crediti; se è stata escussa la garanzia fideiussoria; quali iniziative sono state messe in campo, al fine di recuperare il credito; quale linea di indirizzo si intende prendere in ordine ai danni causati all’amministrazione e per essa ai cittadini; se non fosse stato opportuno e vantaggioso in via temporanea ed urgente gestire il servizio attraverso i propri funzionari che crediamo non abbiano nulla da invidiare a qualunque ditta esterna, con un sicuro  miglioramento del servizio erogato e notevole risparmio di soldi dei cittadini;  quale sia la  ragione a che  la ditta Andreani abbisogni di  uffici del municipio al secondo piano ( la stessa non dispone di mezzi e servizi?); se la ditta Andreani ha garantito l’escussione del credito con polizza fideiussoria».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 738 volte, 1 oggi)