CONTROGUERRA – Lo scontro di uno scooter con una betoniera e una giovane vita che vola via. Controguerra è un paese sconvolto per l’improvvisa scomparsa di Stefano Di Gennaro, 19 anni, nel tragico incidente avvenuto martedì pomeriggio 27 aprile proprio nel centro storico, in via D’Annunzio. Il giovane stava percorrendo il tratto di strada e con lui sullo scooter c’era anche l’amico Flavio Sciarretta, di 19 anni. Nel tragitto che attraversa la città hanno incontrato una betoniera che proveniva dalla direzione opposta, e che stava svoltando in via Verdi. L’impatto è stato violento e fatale. I due giovani sono stati sbalzati a terra, e per Stefano le condizioni sono apparse subito gravissime. Immediatamente sono arrivati i soccorsi del 118, con i sanitari che hanno cercato di prestare i primi soccorsi, poi il trasporto d’urgenza in eliambulanza all’ospedale di Teramo, dove però il ragazzo morirà poco dopo l’arrivo, a causa dei gravi traumi riportati. L’amico invece è stato trasportato all’ospedale di Sant’Omero e le sue condizioni sono tali – ha riportato un trauma cranico e facciale – che se la caverà con una prognosi di 25 giorni.

Di Gennaro, ultimo di quattro fratelli, frequentava l’ultimo anno di liceo scientifico e giocava con il Controguerra, che milita nel campionato di Prima categoria, mentre l’amico coinvolto nell’incidente gioca tra gli Juniores. Stefano era anche un appassionato di poker on line, tanto che proprio nel mese scorso aveva conquistato il titolo di Sunday Master di GDPoker, diventando il più giovane vincitore del torneo.

L’ASD Polisportiva di Controguerra ha fatto sapere attraverso un comunicato che sono state sospese tutte le attività sportive per la settimana corrente, mentre si sta decidendo se svolgere o meno gli incontri previsti per domenica. «Il Presidente – prosegue la nota – tutti i dirigenti della prima squadra, del settore giovanile, degli amatori, lo staff tecnico, i giocatori della prima squadra e tutti i ragazzi che formano la nostra grande famiglia si stringono intorno al Padre, nostro dirigente accompagnatore, alla madre, ai fratelli anch’essi giocatori della nostra squadra e alla sorella in questo momento di grande dolore. Ciao Stefano, sarai per sempre nei nostri cuori».

Molto probabilmente i funerali saranno celebrati domani giovedì 29 aprile.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.071 volte, 1 oggi)