GROTTAMMARE – Torna l’Oriente con una serie di eventi organizzati dall’associazione culturale Maeva.

Giovedi 29 aprile 21 al teatro delle Energie si terrà lo spettacolo “Les Fleur D’Orient” ed aprirà la settima edizione del Festival “Donne D’Oriente”.

«Le danze orientali – spiegano i responsabili dell’associazione – saranno inframezzate da alcune rarissime danze orishà che la danzatrice Raimunda Dos Santos dedicherà alle tre dee principali del cadomblè per un caleidoscopio di danze del bacino del mediterraneo».

Allo spettacolo interverrà anche un suonatore di tabla dal vivo che accompagnerà alcune esibizioni.

Il primo maggio alle 16 presso il Centro Asani di Porto d’Ascoli, l’ospite d’onore sarà la scrittrice e giornalista Giuliana Poli che interverrà in una conferenza dal titolo “La danza orientale e l’Occidente: alla riscoperta della femminilità, con un approfondimento sulle tracce dei culti e delle danze  della “Grande Madre“ nell’entro terra Piceno”.

«La Maeva – ha detto la presidente Paola Sguerrini – si occupa dell’organizzazione di eventi, seminari, spettacoli volti a promuovere la conoscenza delle culture che, come la nostra, si affacciano sul Mediterraneo. Certi che il razzismo, la diffidenza e i pregiudizi nascono dalla scarsa conoscenza, confidiamo che la scoperta di radici comuni e la consapevolezza degli scambi interculturali intercorsi nei secoli possano aiutarci a sentire più vicine a noi le cosiddette culture “altre”». Per informazioni www.danzaorientale.com

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 877 volte, 1 oggi)