Porto d’Ascoli-Monsampolo 3-0

PORTO D’ASCOLI (4-4-2): Piunti, Cipolloni (65’ Virgili), Fiorino, Narcisi, Ciribè, Malizia, Massei, Semini, Pelliccioni, Cavazzini (51’ Straccia), Di Girolamo (78’ Marchegiani).

A disposizione: Santarelli, Mercatili, Cicconi, Mattioli. Allenatore: Grilli

MONSAMPOLO (4-3-3): Amatucci, Narcisi, Induti, Cataldi, Angelini, Carletti, Schiavi, Ramoni (53’ Marconi), Alesiani (78’ Troiani), Ciccarelli.

A disposizione: Di Pasquantonio, Vagnoni, Perozzi, Baggio. Allenatore: Troiani

ARBITRO: Bordoni di Fermo

MARCATORI: 20’ Di Girolamo rig, 43’ Semini, 59’ Pelliccioni

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – E salvezza fu. Il Porto d’Ascoli può finalmente esultare per l’obiettivo raggiunto proprio all’ultima giornata grazie alla netta vittoria sul Monsampolo che dovrà disputare i play out. Volti tesi prima della gara poi l’esplosione di gioia nello spogliatoio tra cori e gavettoni.

I ragazzi di mister Grilli cercano subito la via del gol: all’11’ è una rovesciata di Malizia ad impensierire Amatucci costretto a mandare in angolo. Trascorrono due minuti e Cavazzini su punizione fa partire un rasoterra che la difesa del Monsampolo spedisce in corner.

E al 20’ i locali passano in vantaggio: Cataldi commette fallo su Di Girolamo lanciato a rete. L’arbitro espelle il difensore ospite assegnando la massima punizione al Porto d’Ascoli. Lo stesso Di Girolamo realizza dagli undici metri.

Alla mezz’ora anche Cavazzini vuole lasciare il segno: in area aggira Amatucci, delizioso pallonetto che termina di un soffio fuori. Il Monsampolo ha una timida reazione al 36’ quando Angelini si destreggia bene in area, Piunti respinge il suo tiro e Massei allontana il pericolo. Quasi allo scadere giunge il raddoppio locale: Cavazzini lanciato in porta scarica un destro che Amatucci può solo respingere, Semini è lì che ribadisce in rete.

La ripresa si apre con il Monsampolo che prova a sorprendere Piunti, bravo a smanacciare su una conclusione di Alesiani. Ma al 59’ c’è il tris: gran botta di Straccia che colpisce in pieno la traversa, la palla ricade in campo, rimbalzo e testa di Pelliccioni. Poi la gara scivola senza grandi pericoli e al triplice fischio tutti a festeggiare.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 618 volte, 1 oggi)