SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il circolo di Sinistra Ecologia e Libertà di San Benedetto, si riunisce per una prima riflessione sulle prossime elezioni comunali.

Affermano gli esponenti locali del movimento vendoliano: «Il futuro governo cittadino dovrà incarnare una vera e propria svolta rispetto alle scelte finora effettuate, ad iniziare dalla politica urbanistica con la decisa opzione per un piano regolatore a crescita zero ed il ritiro del mega accordo di programma approvato lo scorso dicembre. Partendo da questi temi Sel intende aprire un confronto a 360 gradi con tutte le forze politiche del centrosinistra, ma anche con quanto si muove nella società civile fuori dei partiti, al fine di iniziare un percorso condiviso che ci porti alle prossime elezioni comunali».

Il circolo sambenedettese di Sel poi afferma: «Purtroppo fino ad oggi abbiamo assistito unicamente a sterili proclami circa futuri tavoli allargati del centrosinistra, quando forze politiche come Sel sono state deliberatamente escluse da qualsiasi confronto politico e programmatico, in particolare a causa dell’atteggiamento rancoroso ed iroso del sindaco. In questo quadro rivolgiamo un appello in particolare al Pd perché non si chiuda nella difesa dell’esistente, aprendosi ad un dialogo ed a un confronto franco e serrato sul futuro amministrativo della città, compresa la scelta del candidato sindaco. In attesa di chiari e tempestivi segnali in questa direzione dal Pd, Sel intende comunque farsi promotrice di un cammino di unità tra tutti i soggetti che, pur collocandosi e riconoscendosi nel centro sinistra, hanno espresso criticità rispetto all’attuale esperienza amministrativa, e che comunque si fanno portatrici dell’esigenza di un reale e radicale rinnovamento e cambiamento nella politica e nel governo della città».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 579 volte, 1 oggi)