SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ripatransone, Cupra Marittima e Acquaviva Picena sono i tre Comuni nei quali sta partendo la possibilità di effettuare gratuitamente uno screening per la diagnosi precoce del carcinoma del colon retto.

Possono usufruirne persone di età compresa tra i 50 e i 69 anni, in futuro ci si allargherà a tutto il territorio. Il progetto vede la collaborazione tra le strutture ospedaliere di gastroenterologia e di anatomia patologica, i medici di famiglia, le farmacie cittadine e la Federfarma.
Sono 3275 (1663 donne e 1612 uomini) gli abitanti dei 3 Comuni che verranno, dopo una scrematura, a effettuare lo screening. La selezione verrà effettuata dai medici di famiglia, non selezionando chi ha già fatto lo screening lo scorso anno, chi ha fatto la colonscopia negli ultimi 5 anni, chi ha malattie croniche, soggetti incapaci di esprimere il loro consenso.

In farmacia si potrà prendere il kit per la raccolta del campione fecale e per la ricerca del sangue occulto. Il kit, fornito alle farmacie gratuitamente dalla Federfarma, verrà poi consegnato negli ambulatori ospedalieri presenti nelle città. Se le analisi manifesteranno positività, il cittadino verrà contattato e potrà fare entro 30 giorni, quindi fuori dalle liste d’attese, una endoscopia dal dottor Giuseppe Novelli.

Ci sarà una segreteria organizzativa che si occuperà di contattare i pazienti e di inviare loro tutto il materiale informativo necessario.Il tutto è completamente gratuito, endoscopia compresa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 833 volte, 1 oggi)