COLONNELLA – I dipendenti della Novelli Legno spa incontrano davanti ai cancelli presidiati dell’azienda di Colonnella l’assessore provinciale alle Attività Produttive Ezio Vannucci e al Lavoro e Formazione Eva Guardiani.

La Provincia si è impegnata con i lavoratori a convocare quanto prima un incontro con la proprietà per verificare la situazione dell’azienda e cercare eventuali soluzioni.

Da lunedì 19 aprile infatti i dipendenti hanno avviato uno sciopero ad oltranza davanti alla sede dell’azienda, per il fermo produttivo e la mancanza di prospettive.

La Novelli Legno spa, opera dagli anni Settanta nel settore legno producendo cassetti per mobili, ed occupa circa 40 lavoratori, una parte dei quali è stata posta dal 15 gennaio in cassa integrazione straordinaria. L’azienda ha continuato la propria attività fino alle dimissioni dell’amministratore e al recente fermo produttivo, che hanno fatto precipitare la situazione e accentuato le preoccupazioni sul piano di rilancio. Il tentativo della Provincia è quello di mediare all’interno di una situazione piuttosto complessa.

«L’anomalia di questa situazione – ha commentato l’assessore Vannucci – è data dal fatto che i lavoratori brancolano nel buio pur essendoci un piano di risanamento e i benefici degli ammortizzatori sociali. La situazione va valutata da un tavolo congiunto al quale devono partecipare sia i sindacati sia la proprietà».

«L’attenzione per i lavoratori e per le vicende di questa storica azienda – ha aggiunto la Guardiani – è massima. Abbiamo voluto incontrare i dipendenti in sciopero per manifestare la nostra solidarietà e far sentire la nostra vicinanza. Speriamo di trovare presto una soluzione».

All’incontro di questa mattina hanno partecipato anche Giancarlo De Sanctis della Filca-Cisl e Marco Trasarti della Fillea- Cgil. Gli assessori Vannucci e Guardiani erano accompagnati da Paolo Rota, responsabile del Servizio relazioni industriali della Provincia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 667 volte, 1 oggi)