ASCOLI PICENO – Con l’ordinanza 153 del 19 aprile il sindaco Castelli ha prorogato di altri sei mesi il divieto di vendita di bevande alcoliche ai minori di anni sedici.

«Il provvedimento – afferma Castelli – conferma l’impegno dell’amministrazione per evitare l’abuso di alcol da parte dei minori sedici anni nel territorio comunale e per prevenire in questo modo problemi di ordine pubblico, atti vandalici, schiamazzi e disturbo della quiete notturna, spesso generati proprio da tali abusi».

L’ordinanza richiama i contenuti della precedente (la numero 458 del 2009) che prevedeva il divieto, nel territorio del comune di Ascoli Piceno, della vendita di bevande alcoliche a minori di anni sedici. Dalle ore 22.00 alle ore 6,00 vietava la somministrazione e la vendita di bevande alcoliche a minori anche sedicenni e ultrasedicenni e dalle ore 22,00 alle ore 6,00 nei luoghi pubblici o aperti al pubblico il divieto di consumo di bevande alcoliche da parte di minori anche sedicenni e ultrasedicenni.

Sulla stessa linea il provvedimento numero 154 del 19/4/2010 con cui il sindaco in occasione delle giornate del 24 e 25 aprile in località San Marco ha  ordinato agli esercenti in sede fissa o ambulante  il divieto di vendita di bevande con gradazione alcolica superiore ai 5 gradi, nonchè la vendita di bevande in bottiglie di vetro e lattine consentendo l’uso dei soli contenitori di plastica o di carta.

«Il 25 aprile a colle San Marco – ha commentato Guido Castelli – è un giorno di commemorazione di importanti eventi storici del nostro paese ed anche un momento di festa e di svago per tanti giovani e per le famiglie ascolane all’aria aperta.»

«Con questa ordinanza – conclude il sindaco – vorrei evitare che si verificassero abusi nell’utilizzo di bevande alcoliche a tutela dell’ordine, della sicurezza pubblica e della tranquillità di tutti i cittadini».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 375 volte, 1 oggi)