SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Alberghiero, il comitato formato da alcuni genitori degli studenti non è soddisfatto delle precisazioni offerte recentemente dal dirigente scolastico Giovanni D’Angelo. Ricordiamo che il prestigioso istituto professionale è da mesi teatro di aspre polemiche da parte di alcune famiglie riguardo la gestione della scuola.

Il comitato genitori afferma: «I genitori non infangano il nome dell’Istituto, sono i primi ad aver creduto nella preparazione didattica e professionale che offre e ad aver quindi iscritto i propri figli presso una scuola che sino a 3 anni fa era tra le prime d’Italia per qualifica e professionalità».
Per quanto riguarda le carenze strutturali dell’edificio scolastico, dalla Provincia (proprietaria dell’edificio) peraltro definite non gravi, i genitori affermano: «E’ ora di finirla di attribuire le colpe dei vari problemi strutturali e normativi dell’Istituto alla Provincia in quanto il presidente Celani ha chiaramente affermato che ci sono tutti i certificati provvisori in regola e che a breve sarebbero stati spediti (cosa già avvenuta) i certificati finali della Prevenzione Incendi e della Agibilità».

I genitori poi protestano contro alcune modifiche strutturali avvenute nella scuola «avendo il dirigente modificato due aule, realizzando un bagno al pian terreno e realizzando una rimessa per le auto in uso all’Istituto all’interno della struttura».

Il preside D’Angelo poi ha affermato che alcuni problemi della scuola dipenderebbero anche dall’assenza per malattia del Direttore dei Servizi Generali Amministrativi, sostituito saltuariamente da un funzionario in servizio presso un’altra scuola. Di questo fatto il preside declina la responsabilità, ma i genitori non sono d’accordo e rilanciano: «E’ inutile addossare le colpe di tutte le mancanze amministrative al funzionario assente per malattia, D’Angelo in qualità di Dirigente scolastico è responsabile di tutto l’Istituto ed avrebbe dovuto provvedere da tempo, più di un anno, a trovare un valido sostituto, continuativo e non saltuario».

I genitori poi chiedono informazioni sull’amministrazione delle entrate e delle uscite finanziarie relative alle cene di gala e alle manifestazioni organizzate dall’istituto scolastico Alberghiero, e ribattendo all’elenco di problematiche fatto pubblicamente da D’Angelo affermano: «Non fa altro che rafforzare quello per cui gli studenti ed i genitori si stanno battendo da tempo, come la mancanza di risorse economiche per tutte le attività didattiche e di laboratorio dello stesso istituto. Incolpa quindi lui stesso perché come Dirigente alla fine è lui responsabile di tutta la funzionalità, non si nasconda sempre dietro altre figure. Se fosse un’azienda privata, con tutte queste mancanze sarebbe fallita da tempo oppure il Dirigente sarebbe stato licenziato per incompetenza».

«Facciamo appello a tutte le istituzioni – affermano i genitori – affinchè si faccia chiara luce su questa vicenda che danneggia fortemente l’educazione scolastica e professionale degli alunni ed anche dei docenti che frequentano l’Istituto».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 523 volte, 1 oggi)