SANT’EGIDIO ALLA VIBRATA – Travolto da un macchinario mentre sta lavorando e viene colpito violentemente alle gambe da un grosso cavo d’acciaio staccatosi improvvisamente.   

Poteva trasformarsi in tragedia l’incidente sul lavoro capitato ad un operaio 41enne di Monsampolo del Tronto, impiegato in un’azienda di Sant’Egidio alla Vibrata che produce manufatti in cemento.

Nel pomeriggio di lunedì 19 aprile l’uomo stava manovrando un macchinario che inserisce i ferri per l’armatura del cemento, quando un cavo d’acciaio in tensione si è improvvisamente staccato, colpendolo violentemente come una frusta sulle gambe. Subito i colleghi lo hanno soccorso e l’operaio è stato trasportato con un’ambulanza del 118 all’ospedale di Ascoli. Ha riportato la frattura scomposta della tibia e del perone alla gamba sinistra e la perforazione del polpaccio destro. Se la caverà con una prognosi di trenta giorni.

I Carabinieri di Sant’Egidio ora stanno indagando per ricostruire la dinamica dell’incidente.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 568 volte, 1 oggi)