presto on line la galleria fotografica di Peppino Troiani
SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si è conclusa con una festa (anche se domenica ad Urbania occorrerà disputare l’ultimo incontro di campionato prima delle meritate vacanze): almeno duemila personea in piazza Chicago Heights, domenica sera dopo la partita, hanno assistito alla festa organizzata dalla Samb Calcio. Bandiere, sciarpe, fumogeni e cori come allo stadio, porchetta e bibite per tutti gli abbonati o comunque gli spettatori della cinquina rifilata poco prima al Biagio Nazzaro, con addio al calcio dell’allenatore Palladini (autore anche di un gol su rigore).
Emozione ma anche commozione proprio per Palladini, che ci ha tenuto a ringraziare ancora una volta la società, per avergli consentito di iniziare la carriera di allenatore (aveva iniziato il campionato come giocatore). Il direttore sportivo Giulio Spadoni ha confermato alle domande del deejay Schiuma che «proveremo a costruire l’anno prossimo una formazione adeguata, sicuramente non possiamo assicurare nulla se non che chi vestirà questa maglia lotterà ogni minuto per onorare i suoi colori». Roberto Pignotti, dirigente rossoblu, ha ringraziato i tifosi: «Non è facile tirare avanti una società di calcio, ma noi ce la facciamo grazie a voi, e come ha detto il presidente Spina, avremo bisogno del vostro aiuto anche per l’anno a venire con tanti abbonamenti». Concetto ribadito anche dal dirigente Pierluigi Tassotti: «I mille e settecento abbonati di quest’anno sono la nostra più grande soddisfazione».
Acclamatissimo il presidente Sergio Spina: «Cercheremo di vincere anche il prossimo campionato, facendo il passo secondo la gamba. Noi siamo una società seria, non abbiamo affidamenti bancari, non abbiamo indebitamenti. Stiamo contattando giocatori importanti perché puntiamo a tornare tra i professionisti e il mio augurio è quello di vedere un Riviera delle Palme gremito».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.974 volte, 1 oggi)