MONTEPRANDONE – Grossa occasione sprecata per il Centobuchi (atteso da un finale di calendario difficile con Morro d’Oro, Chieti, Miglianico e Civitanovese) che poteva vincendo allontanarsi in maniera determinante dalla zona play out ma dopo le vittorie con Angolana e Bojano e il pari di Atessa si è fatto clamorosamente bloccare in casa sullo 0-0 dal fanalino di coda Elpidiense Cascinare (la squadra che ha perso più partite, ed ha il peggior attacco e la peggior difesa del torneo) che veniva da sei sconfitte consecutive e che così come il Real Montecchio è già matematicamente retrocessa. La squadra di Emili ha fatto quello che negli ultimi tempi era riuscito all’altro fanalino di coda ossia il Montecchio (che di recente aveva costretto al pari Angolana, Atessa ed Agnonese).

La squadra di Scarafoni resta comunque dodicesima conservando un +2 sulla testa della zona play out occupata dal Miglianico che ha pareggiato in casa con la Civitanovese (quinta a – 4 dalla vetta). A seguire i biancocelesti hanno un +3 su Luco Canistro e Morro d’Oro (che ha espugnato Montecchio) che con la sua seconda vittoria consecutiva si è riavvicinato alla salvezza diretta e domenica ospiterà i monteprandonesi e battendoli li aggancerebbe. In fondo alla zona play out continua a far punti anche la Renato Curi anch’essa alla seconda vittoria consecutiva ottenuta espugnando a sorpresa L’Aquila. Ora la squadra angolana è a -5 dalla salvezza diretta. Rischiano ancora Casoli (+ 5 sulla zona play out ) e Bojano ( solo + 3 sulla zona play out). In vetta clamoroso stop interno de L’Aquila che dopo aver fatto suo domenica scorsa lo scontro diretto contro la Santegidiese ha perduto in casa come già detto con la Renato Curi. I rossoblu rimangono comunque in testa anche perchè la gara dell’ altra capolista Chieti a Trivento è stata sospesa al 50′ sullo 0-0 e dovrà essere recuperata. Dietro il duo capolista si è portata a -1 l’Atessa Val di Sangro che dopo aver perso occasioni pareggiando con Montecchio e Centobuchi si è riscattata vincendo a Casoli. Non ne approfitta invece la Santegidiese (miglior attacco del torneo con 57 reti all’attivo, una in più dell’Atessa) che si è fatta fermare in casa dall’Agnonese sul 2-2, restando a -3 dalla vetta. Domenica il calendario prevede oltre al già citato scontro diretto salvezza (a Morro d’Oro), ben tre testa-coda (ad Atessa, Chieti e Città Sant’angelo).

Risultati 30° Giornata (13°di ritorno) domenica 18/04/2010 Campionato di Serie D Girone F: Atletico Trivento- Chieti (sospesa per nebbia al 50′ sullo 0-0); Casoli-Atessa Val di Sangro 0-1; Centobuchi-Elpidiense Cascinare 0-0; L’Aquila-Renato Curi Angolana 1-2; Luco Canistro-Bojano 1-1; Miglianico-Civitanovese 1-1; Nuovo Campobasso-Recanatese 0-0; Real Montecchio-Morro d’Oro 1-2; Santegidiese-Olympia Agnonese 2-2.

LA CLASSIFICA ATTUALE: L’Aquila, e Chieti # 57, Atessa Val di Sangro 56, Santegidiese 54, Civitanovese 53 , Atletico Trivento *# , Olympia Agnonese e Recanatese * 46, Nuovo Campobasso 41 , Casoli 39, Bojano ** 37, Centobuchi 36, Miglianico 34, Luco Canistro e Morro d’Oro 33, Renato Curi Angolana 31, Elpidiense Cascinare e Real Montecchio 13.

**= 2 punti di penalizzazione

*= 1 punto di penalizzazione.

# 1 gara in meno e da recuperare

Prossimo turno 31° Giornata (14° di Ritorno) domenica 25 aprile ore 15: Atessa Val di Sangro-Luco Canistro; Bojano-Real Montecchio; Chieti-Miglianico; Civitanovese-Nuovo Campobasso; Elpidiense Cascinare-Atletico Trivento ; Morro d’Oro-Centobuchi; Olympia Agnonese-Casoli; Recanatese-L’Aquila; Renato Curi Angolana-Santegidiese.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 638 volte, 1 oggi)