ASCOLI PICENO – Venerdì in tribunale per il sindaco di San Benedetto Giovanni Gaspari, per via di una udienza civile relativa a un contenzioso fra il Comune e alcuni funzionari di vertice del Comune stesso. Oggetto del contendere, l’ingiunzione fatta da viale De Gasperi ai funzionari per restituire compensi extra che sarebbero stati percepiti senza averne reale titolo.

Gettoni di presenza per la partecipazione a commissioni giudicatrici, rogiti notarili, compensi extra che, spiega il sindaco stesso, «risalgono ad alcuni anni fa. Un ammontare di denaro che quantifico in alcune centinaia di migliaia di euro. E’ la prima volta che il Comune attua un’azione del genere, credo che ci voglia coraggio».

Il sindaco poi ha dichiarato: «Voglio che i dipendenti comunali si abituino alla mentalità di un’azienda privata. Quando ci sono diritti da far valere è sacrosanto che vengano rispettati, ma quando questi diritti non ci sono, credo sia altrettanto sacrosanto che non vengano tirati in ballo».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 901 volte, 1 oggi)