TERAMO – Concessi gli arresti domiciliari al prete indiano accusato di aver molestato una bambina di dieci anni a Teramo. Il gip Guendalina Buccella ha accolto la richiesta del legale del prelato Gianni Gebbia, poiché nel corso dell’interrogatorio l’uomo ha ammesso le proprie responsabilità e si è mostrato collaborativo ribadendo il proprio pentimento.

Per tale motivo sono stati concessi i domiciliari e il sacerdote è stato quindi trasferito in un convento di clausura.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 566 volte, 1 oggi)