SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Partito Democratico, nel corso dell’assemblea degli iscritti svolta mercoledì, ha respinto a maggioranza le dimissioni presentate da Loredana Emili da assessore alle Politiche Sociali. A riferirlo è stato il capogruppo del partito in consiglio comunale, Claudio Benigni, che ha inoltre aggiunto: «Se la questione non dovesse rientrare, la delega finirebbe al sindaco che ricoprirebbe l’incarico in questo ultimo anno prima del voto».

Una netta preclusione dunque all’ipotesi di un’apertura anticipata all’Udc, avanzata nei giorni scorsi proprio da Giovanni Gaspari che però oggi si ritrova ad incassare le frizioni dei suoi alleati. Titubanze che in ogni caso avevano riguardato gli stessi centristi, con il segretario cittadino Luigi Orlandi pronto a rigettare immediatamente un suo possibile mandato in supplenza della Emili.

La parola adesso spetterà esclusivamente alla first-lady del neo consigliere regionale Perazzoli che sembra essere tutt’altro che soddisfatta per come la vicenda si è evoluta. L'(ex) assessore non avrebbe gradito la fretta mostrata dal primo cittadino che, anziché spingere per un ritorno della Emili sui suoi passi, si sarebbe “catapultato” a studiare nuove strategie per il futuro.

Non proprio il metodo di valorizzazione che l’esponente del Pd avrebbe atteso e che a questo punto potrebbe far diventare irrevocabile l’addio annunciato lunedì scorso. Un epilogo però che risulta sgradito a molti componenti della maggioranza che avrebbero voluto la Emili assessore fino alle elezioni, o quantomeno senza una immediata entrata in giunta dell’Udc.

E chissà se questa storia rovinerà i rapporti storici di amicizia e coesione politica fra Gaspari e il neo consigliere regionale Paolo Perazzoli, consorte della Emili. Perazzoli che aveva auspicato nel corso della festa di ringraziamento ai sostenitori la riconferma di Gaspari a sindaco nel 2011.
Sempre voci di corridoio anticipano infine che la Emili sia intenzionata a chiudere con la politica attiva. Ciò significherebbe niente corsa alle primarie per le comunali sambenedettesi, ma anche stop a future deleghe. Nuovo terremoto in vista per Gaspari?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.071 volte, 1 oggi)