GROTTAMMARE-OSIMANA 2-1 (1° tempo 1-0)

GROTTAMMARE:Domanico, Giovagnoli (90), Adamoli, Del Moro, Oddi [cap.], Faraone, Wasim Atitallah (92) (75′ Piemontese), Cognata, Ludovisi, Orlandi (87′ Marcatili), Parma. A disposizione: Marchegiani, Capriotti, Fioravanti (90), C. Colletta (92), Mendozza (92). Allenatore: Paolo Del Moro.
OSIMANA: Angiolani, Polenta (90) (74′ Carlini), Castorina (90), Bartoli, Bingunia, Carboni, Castellano (91) (61’Alessandrelli 91), Daniel Cantarini (77′ Rinaldi 90), Carca, Cabello, Rondina [cap.]. A disposizione: Roncoroni, Federici (91), N.Colletta (91), Younes Elmehdi. Allenatore: Franco Gianangeli.
Arbitro: Giacomo Poentini Pompei di Pesaro.
Reti: 29′ Orlandi (G), 51’Ludovisi (G), 73′ Alessandrelli (O).
Ammoniti: Carboni (O),Cognata (G), Orlandi (G), Bingunia(O).
Angoli: 7-5.
Recuperi: 1’+4′.
Spettatori: 100 circa. Presente nella tribuna del Pirani anche l’ex Patron del Grottammare Amedeo Pignotti.

GROTTAMMARE- Il Grottammare dopo la storica vittoria in casa della Samb (già promossa in serie D), ha ottenuto la seconda vittoria consecutiva avendo ragione di misura, nell’ultimo turno infrasettimanale, dell’Osimana (che era reduce da due successi consecutivi) in uno scontro diretto molto combattuto. Con questo importante e sofferto successo ora alla squadra di Del Moro manca solo un punto da fare nelle prossime due gare rimaste per conquistare la matematica salvezza evitando i play out. I biancocelesti oggi privi dell’infortunato De Angelis, match winner del successo al Riviera, hanno sostanzialmente meritato il successo (anche se un pari nel finale non avrebbe fatto gridare allo scandalo) giocando a sprazzi in scioltezza e trovando  nella prima frazione verso la mezz’ora di gioco, il vantaggio con un gran gol di Orlandi e poi ad inizio ripresa il raddoppio con il redivivo Ludovisi.

Poi un leggero rilassameto ha riportato in partita una generosa squadra ospite che nel finale con il suo forcing ha causato un po di scompiglio e conseguente spavento tra i locali.

La cronaca: all’8′ rigore dubbio negato a Ludovisi. Al 16′ mischia in area ospite con Ludovisi che tentava una prima conclusione ribattuta dall’estremo giallorosso, riprendeva Del Moro (rientrato dopo il turno di squalifica) il cui tentativo veniva anch’esso respinto da Angiolani che metteva in corner. Sugli sviluppi del tiro dalla bandierina lo stesso Del Moro schiacciva di testa con sfera che però terminava di poco a lato.

Al 18′ conclusione da fuori di Cabello che chiamava alla deviazione in corner Domanico. Un minuto dopo colpo di testa in area centrale di Rondina, con sfera bloccata senza patemi dall’attento Domanico.

Al 25′ girata a rete ma centrale di Ludovisi bloccata da Angiolani.

Al 29′ giungeva il vantaggio del Grottammare con un’eurogol di Orlandi. Il fantasista biancoceleste riceveva a limite dell’area ed effettuava una fantastica conclusione a girare stile Del Piero (agli inizi della carriera) che si infilava nell’angoletto destro non lasciando scampo all’incolpevole Angiolani.. Per Orlandi si tratta del quinto centro stagionale.
Al 34′ punizione alta sopra la traversa di Carca. Un minuto dopo punizione rasoterra di Bartoli che superava la barriera locale ma trovava l’opposizione di Domanico.

Al 50′ conclusione da fuori di Cantarini respinta in due tempi da Domanico.

Un minuto dopo ed esattamente al 51′ arrivava il raddoppio dei padroni di casa. Parma scambiava con Oddi che dalla destra crossava al centro dell’area pescando Ludovisi che girava di collo anticipando e beffando l’estremo ospite Angiolani. Per l’attaccante romano si tratta del dodicesimo gol stagionale, siglato dopo una lunga astinenza durata ben 8 turni e circa due mesi (ultimo gol realizzato era stato quello del 3-3 sul campo della Biagio Nazzaro).

Poi quando i giochi sembravano ormai chiusi, l’Osimana tornava in partita. Esattamente al minuto 73 un cross sporco dalla sinistra del nuovo entrato Alessandrelli si trasformava in un beffardo pallonetto che scavalcava Domanico appena fuori dai pali, riaprendo il match.

A questo punto iniziava una fase del match ricca di suspance e di occasioni con costante forcing degli ospiti alternato con alcuni capovolgimenti offensivi dei locali. Al 76′ Ludovisi lanciato in area sulla destra concludeva fuori misura.

La gara come già detto si accendeva e al 79′ Domanico si salvava con i piedi su Rondina, poi la difesa biancoceleste si rifugiava in corner. Successivamente agli sviluppi dell’angolo Domanico smanacciava di pugno, i rivieraschi facevano fatica forse raggiunti dalla paura, ad uscire dalla propria metà campo. E così all’81’ ancora una volta Domanico si salvava rifugiandosi in angolo su una conclusione da fuori dell’argentino Cabello. All’85’ clamorosa opportunità per la squadra di Gianangeli, quando Rondina andava via sulla sinistra e serviva in mezzo all’area lo smarcato Cabello, il quale solo dinanzi a Domanico,  scivolava al momento di inquadrare la porta ciccando la sfera che veniva respinta in qualche modo  dall’estremo biancoceleste e poi allontanata dalla sua difesa. Il Grottammare dopo gli scampati pericoli cercava di spezzare il forcing avversario, e così Ludovisi si involava in dribbling verso la porta ospite ma veniva anticipato al momento dell’allungo decisivo.

Dopo 4 minuti di recupero il direttore di gara sanciva la fine delle ostilità con il Grottammare che poteva gioire del successo ma onore delle armi ad un’Osimana combattiva. Al fischio finale grande esultanza rivolta anche verso la tribuna del responsabile dell’area tecnica Pino Aniello (che come sempre accade ha seguito la gara in panchina) uno dei storici artefici del miracolo Grottammare in serie D degli anni precedenti.

Con questa vittoria il Grottammare ha scavalcato la Vis Pesaro (fermata dalla Samb a reti bianche) agganciando la Cingolana al decimo posto.  Ed  ora ha un +6 sulla zona play out, e come già accennato, nelle prossime due ultime partite (scontri diretti) con Castelfrettese (in trasferta) ed Urbino (in casa) alla squadra di  patron Furnari, basterà fare solo un punto per ottenere la matematica salvezza. Una curiosità la squadra rivierasca nello score in casa è in perfetto equilibrio con un 6-6-6 ossia 6 vittorie altrettanti pareggi e altrettante sconfitte.

Mentre per l’Osimana il discorso è diverso, perchè mentre i biancocelesti cercano di evitare i play out, la squadra anconetana lotta quanto meno per raggiungerli.
In sala stampa così ha parlato bomber Ludovisi: «Erano un po’ di partite che ero a secco di gol. E’ bello essermi sbloccato ma lo debbo alla squadra che mi ha messo in condizione, è merito di tutta la squadra questa vittoria. Guardiamo partita per partita e ora pensiamo alla sfida di Castelferretti. Ci manca un punto per la salvezza matematica e lo vogliamo fare il prima possibile. Speriamo bene».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 697 volte, 1 oggi)