SAN BENEDETTO DEL TRONTO – In attesa delle prime conferme, a farla da padrone sono le voci e le indiscrezioni. E proprio queste rivelano che Sandro Donati, rieletto con grande successo per la terza volta consecutiva a Palazzo Raffaello, potrebbe stavolta restare senza assessorato.

Norme interne all’Italia dei Valori, nuovo partito dell’ex “piddino”, che lo stesso Donati avrebbe sposato all’inizio della campagna elettorale, proibirebbero infatti ai consiglieri regionali di ricoprire contemporaneamente anche incarichi di assessore. La conferma di ciò arriva anche dall’esponente dipietrista Eldo Fanini, assessore a San Benedetto, che ha spiegato come il movimento abbia posto alla vigilia dei vincoli imprescindibili ai suoi tesserati: «Ad inizio anno firmammo questo documento, non credo che nel frattempo le indicazioni siano mutate».

A questo punto, toccherà conoscere i veri interessi dell’ex delegato regionale al Piceno che, nel corso dell’intervista rilasciata a Riviera Oggi, da martedì in edicola, ha dato l’impressione di essere più che soddisfatto nelle vesti di consigliere, tanto da auspicare scherzosamente un quarto mandato nel 2015.

Voci di corridoio riferiscono infine che per l’assessorato che fu di Donati siano in lizza a sorpresa i compagni di viaggio Dante Merlonghi e (ipotesi meno probabile) Palma Del Zompo. Un’eventualità poco gradita al Partito Democratico che la settimana scorsa, per voce di Pietro Colonnella, si era augurato che l’incarico restasse al primo partito del centrosinistra.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 879 volte, 1 oggi)