MONTEPRANDONE – «Sì al solare. No al nucleare». E’ lo slogan dell’iniziativa originale della Troiani & Ciarrocchi srl, azienda che si occupa di energia solare e rinnovabile, sita in Monteprandone, che ha scelto una squadra di calcio, l’Urbino, che partecipa al campionato di Eccellenza Marche (dove giocano anche Grottammare e Samb), per lanciare questo slogan ambientale così importante. L’azienda monteprandonese infatti farà da sponsor alla squadra urbinate sulle cui magliette verdi con sfondo giallo blu si potrà leggere lo slogan.

La Troiani & Ciarrocchi è stata fondata nel 1976, ha 103 dipendenti e nel 2009 ha fatturato 60 milioni di euro. E nello sport locale è conosciuta perchè sponsorizza da anni l’omonima squadra di pallamano conosciuta anche come Hc Monteprandone.
«La competenza e l’energia di ogni persona che lavora con noi costituiscono la forza trainante e il patrimonio più rilevante dell’azienda – ha spiegato uno dei titolari della T&C, Renato Ciarrocchi – Siamo rimasti fedeli a questa logica, superando le note vicissitudini di questo ultimo quarto di secolo: a piccoli passi, abbiamo rafforzato la nostra presenza nel settore delle energie rinnovabili. L’azienda – prosegue il dirigente – è specializzata in costruzioni, sistemi di distribuzione dell’energia elettrica, di segnalamento ferroviario ed aeroportuale, di pubblica illuminazione, ingegneria, attività immobiliare, progettazione, costruzione e manutenzione di impianti fotovoltaici, eolici e biomasse».
«Il nostro obiettivo principale – ha spiegato Ciarrocchi – non è tanto farci pubblicità ma, grazie alla speciale opportunità che ci ha fornito la dirigenza dell’Urbino, la riteniamo una buona occasione per veicolare e sottolineare un messaggio che i tifosi e non solo, troveranno evidenziato sulle magliette. Per sottolineare che, per l’Italia tutta, proprio a partire dai singoli territori comunali, puntare sull’energia solare e sull’energia rinnovabile è una prospettiva ben più credibile, attuale e desiderabile di quella che vorrebbero muovere i paladini del nucleare».

Soddisfatto di questo nuovo binomio anche il presidente dell’Urbino Giovanni Pagnoni, il quale ha dichiarato: «Siamo orgogliosi di questo abbinamento, che ci permette di evidenziare un impegno civile in direzione dell’ambiente e della sua salvaguardia. Il calcio è un ottimo veicolo per promuovere un messaggio in favore del ‘verde. Quella del sottoscritto  è una passione sportiva portata avanti da tempo, da quando “organizzavo manifestazioni e, prima ancora, gestivo una società di calcio a 5 con la quale ho avuto ottimi risultati».

Concludiamo con una battuta che ci auguriamo sia di buon auspicio per i gialloblu. Speriamo che l’Urbino (che attualmente è diciottesimo,in zona play out a -2 dalla salvezza diretta) trovi l’energia necessaria che illumini le sue restanti partite e lo conduca alla salvezza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.573 volte, 1 oggi)