SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Quinta sconfitta stagionale della Samb, la quarta in casa: ma è una sconfitta che fa molto, molto meno male delle precedenti. I rossoblu venivano infatti dai grandi festeggiamenti dopo la vittoria a Fermo e la conquista matematica della promozione in serie D (molti giocatori si sono anche tinti i capelli di rosso e blu, forse per una simpatica scommessa): aggiungiamo i pochissimi giorni per preparare questa partita e il massiccio turn-over messo giustamente in atto da Ottavio Palladini per far giocare chi fino a questo momento ha trovato meno spazio, e si capirà il perché la Samb di oggi non fosse decisamente al suo meglio.
Dall’altra parte c’era invece un Grottammare affamato di punti-salvezza, benché  “amico” della Samb e contento della sua promozione per bocca del giocatore-allenatore Paolo Del Moro e del ds Pino Aniello (che oggi sostituiva lo squalificato Del Moro in panchina). Ma con tre scontri diretti alle porte i biancocelesti non potevano guardare troppo per il sottile e insieme al freddo e alla pioggia hanno “rovinato” il Solfrini-day, battendo la Samb con la decisiva collaborazione del “dodicesimo” rossoblu D’Ambrogio, oggi al debutto da titolare e forse tradito dall’emozione. Per il resto poche le emozioni: dopo uno scialbo primo tempo, nel secondo i rossoblu hanno provato a raddrizzare la partita con l’ingresso di D’Angelo, Gentili e Biancucci, ma senza successo; il Grottammare ha difeso il vantaggio con le unghie e con i denti tentando anche di colpire in contropiede.
L’unico rammarico in casa rossoblu è per lo spettacolo deludente mostrato ai tifosi, che comunque hanno mostrato la loro gratitudine alla squadra per la promozione raggiunta con striscioni (per tutta la partita in Curva Nord ha campeggiato un “Grazie ragazzi”), cori e applausi. Peccato anche per il maltempo, decisamente imprevisto dopo una settimana di tempo bello, che ha tenuto molti lontano dal “Riviera” e ha limitato a circa 5mila euro l’incasso pro Moreno Solfrini.
Non finiscono però qui le iniziative per aiutare lo sfortunato ex capitano rossoblu: venerdì 30 aprile presso lo stadio “Pirani” di Grottammare si terrà un triangolare tra gli ex compagni di squadra di Solfrini, le vecchie glorie del Grottammare e la rappresentativa dell’associazione Stampa Rossoblu, con incasso devoluto alla famiglia di Solfrini. In sala stampa Ottavio Palladini ha poi rivelato che Stefano Borgonovo (che soffre della stessa malattia di Moreno Solfrini, la Sla) sta cercando in tutti i modi di organizzare un’amichevole benefica tra Samb e Milan, le due squadre che gli sono più rimaste nel cuore. La capienza ancora limitata del “Riviera delle Palme” ne rende difficile l’organizzazione, ma chissà che la cosa non vada in porto: sarebbe una bellissima giornata di sport e solidarietà.
La stagione dei rossoblu è ormai agli sgoccioli, ma non c’è tempo per rifiatare: mercoledì si torna in campo a Pesaro, contro una Vis che vede avvicinarsi pericolosamente la zona playout. I biancorossi sono stati protagonisti di un calo incredibile nel girone di ritorno, se consideriamo che all’andata con la vittoria al Riviera la Vis Pesaro raggiunse l’Urbania in testa alla classifica. Poi domenica 18 l’ultima gara in casa, Samb-Biagio Nazzaro: tempo permettendo, sarà la vera giornata di festa per ringraziare la squadra rossoblu e salutare il campionato. Dopo la partita infatti ci si ritroverà in piazza Chicago Heights, davanti al locale Fronte del Porto, per una festa rossoblu che mancava ormai da anni. Infine domenica 25 la chiusura del campionato a Urbania, sperando per quella data di aver già iniziato la programmazione del campionato di serie D 2010/11, a partire dalla probabile conferma di Palladini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.294 volte, 1 oggi)