clicca qui per una fotogallery “che non trovate da nessuna altra parte”
SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un sabato speciale con l’Acoustic tour 2010 di Fiorella Mannoia al Palariviera. Prima tappa marchigiana per la diva romana. Già partita dal Teatro Regio di Parma il 27 marzo 2010 l’artista si esibirà nei principali teatri italiani.

Una delle voci più potenti della musica italiana si è esibita per circa 1000 persone, facendo il tutto esaurito alla sala auditorium del Palariviera.

Accolta con un caloroso applauso, dinanzi alla platea, l’immagine di un’elegante e sobria figura dai capelli fulvi che apre la serata musicale con “Le tue parole fanno male” ed è subito un trionfo che solo una preparata artista riesce a ricevere.

Felice d’essere tornata al Palariviera, dopo i lavori di completamento e la riapertura, la Mannoia saluta tutti i suoi fans calorosamente.

Fiorella Mannoia ha da poco pubblicato il suo ultimo album, “Ho imparato a sognare”, nel quale reinterpreta brani di autori famosi che la rappresentino, appartenenti alla storia della musica italiana. Così riesce ad emozionare il suo pubblico e a trasmettere i sentimenti ricreando le consuete, intime atmosfere live, puntualizza Fiorella, interpretando brani e i grandi successi che l’hanno resa famosa. Fra le tracce i testi di Cesare Cremonini, di Renato Zero, Tiziano Ferro e i Negramaro, oltre al pathos di Lucio Battisti e Ivano Fossati.

Lo scorso novembre è uscito il singolo “L’amore si odia”, nel quale l’artista ha duettato con la giovane cantante Noemi questa sera assente. Facendosi gregaria, la Mannoia, lo ha eseguito ed è stato subito clamore.

Decisamente schierata ” politicamente” come del resto molti degli autori che cantano, è cosa ormai risaputa. Decisamente schietta nell’esprimere le sue posizioni e la lotta contro ciò che nel sociale e politicamente non funziona.

La complicità del pubblico è diventata partecipazione cantando sulle note dei brani più celebri. Le canzoni “Sally” e ”I dubbi dell’amore”, decisamente dal clima malinconico, da molti anni non venivano interpretate dall’artista .

Manifestazioni di simpatia per la cantante, esibita con cartelloni e strette di mano, vedendola scendere dal palco, agile e spontanea, danzando sulle note della canzone “Il cielo d’Irlanda”, attraversare i corridoi dei vari settori della sala e immergendo tutti in un clima di esultanza e allegria.

Presente all’evento l’assessore alla Cultura Margherita Sorge, la quale, durante una conferenza stampa tenuta con la Comstar rappresentata da Giulio Spadoni dichiara che «il Palacongressi è per San Benedetto del Tronto una grande riserva e un valore aggiunto». Il Comune che ha patrocinato l’evento, ha anche contribuito con la somma di 2000 euro.

Tre i bis concessi da Fiorella come conclusione di una serata dove pubblico e artista si sono completati generando soddisfazione e partecipazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 884 volte, 1 oggi)