SAMB: D’Ambrogio, Bizzarri, Zazzetta, D’Aniello, Pulcini, Ogliari, Bianchi (67′ Gentili), Rulli, Cacciatore, Giandomenico (76′ Biancucci), Pietrucci (45′ D’Angelo). A disposizione: Chessari, Mengo, Biancucci, Natalini, Guardiani. Allenatore Palladini

GROTTAMMARE: Domanico, Giovagnoli, Marcatili, Adamoli, Oddi, Faraone, De Angelis, Cognata, Ludovisi, Orlandi, Atitallah. A disposizione: Marchegiani, Capriotti, Bollettini, Fioravanti, Piemontese, Colletta, Mendozza. Allenatore Aniello.

ARBITRO Domenella di Ancona

ASSISTENTI Speranza di Macerata e Andreucci di Ancona

NOTE Brutta e fredda giornata, tutto il contrario del giorno precedente quando sulla Riviera pareva già estate. Cielo nuvoloso, pioggia a tratti battente, temperatura circa 12° C. Prato in buone condizioni. La prevista festa in onore della vittoria del campionato della Samb, arrivata matematica grazie alla vittoria di Fermo nel recupero di giovedì, è così definitivamente rinviata a domenica prossima, in Samb-Biagio Nazzaro. Intanto Palladini ne approfitta per dare spazio ai giocatori, specialmente giovani, che hanno avuto meno spazio durante il campionato: D’Ambrogio in porta, Bizzarri terzino destro, Pietrucci con il numero 11.

Prima della partita è stato annunciato che domenica prossima, in piazza Chicago Heights, dalle ore 18, dopo la partita, si terrà una festa promozione, di fronte al locale Fronte del Porto. Porchetta, pesce fritto e da bere per tutti, e tante novità.

PRIMO TEMPO

Prima sorpresa: i giocatori della Samb hanno tutti i capelli tinti di rosso e blu. Circa 1500 gli spettatori: il mal tempo ha condizionato la prevista festa, e l’inutilità del risultato non ha agevolato l’afflusso.

7′ D’Ambrogio sbaglia il rinvio, serve al limite dell’area De Angelis, rasoterra e debolmente: controllo e puntata verso la porta, D’Ambrogio esce ma non riesce ad intercettarlo, De Angelis lo supera allargandosi sulla destra e poi, defilato, indovina il rasoterra a porta sguarnita. 0-1

17′ Partita comunque noiosa, la Samb cerca di reagire ma non riesce a rendersi pericolosa. Il grave errore di D’Ambrogio, al suo esordio da titolare, decide fino ad ora la partita. Continua a piovere.

20′ De Angelis costretto ad uscire per un dolore alla caviglia, al suo posto Bollettini, sambenedettese cresciuto nelle giovanili rossoblu

22′ Cross basso dell’ex Rulli, il Grottammare si salva in angolo.

28′ Ancora una incertezza di D’Ambrogio, stavolta in uscita, per poco Atitallah non ne approfitta.

36′ Non si raccapezza la Samb, che fino ad ora non ha mai tirato in porta. Evidentemente oltre che i capelli tinti le feste promozione hanno portato anche ad un rilassamento eccessivo.

40′ Calcio di punizione per la Samb, cervellotico lo schema che porta alla battuta addirittura di Bizzarri, il quale, colto di sorpresa, calcia malissimo.

43′ Ludovisi vicinissimo al raddoppio, sfonda la linea centrale composta da Ogliari e Pulcini e di prepotenza resiste alla carica di quest’ultimo, commettendo però fallo secondo l’arbitro. Il suo tiro ravvicinato era comunque stato deviato in angolo da D’Ambrogio in uscita.

46′ Finalmente un tiro: Giandomenico si libera per la conclusione dai venti metri, palla effettata che Domanico respinge con un poco di difficoltà coi pugni

3 minuti di recupero. Sempre sotto la pioggia e con temperatura che sta scendendo.

SECONDO TEMPO

Entra D’Angelo per Pietrucci.

3′ Cacciatore guadagna un fallo sulla mediana. Punizione da posizione centrale di Giandomenico, palla non angolata ma insidiosa, Domanico alza con i pugni.

5′ angolo di Orlandi, “ciabattata” di Oddi in proiezione offensiva, D’Ambrogio blocca, quasi un “appoggio”

7′ rimpallo all’indietro dalla difesa, Rulli si coordina con un bel destro di prima intenzione, palla di poco alta

11′ ammonito Adamoli

14′ bella punizione di Orlandi, esterno destro sul palo opposto, D’Ambrogio si distende e devia in angolo

16′ D’Angelo crossa dalla destra, Zazzetta fa una bella girata di destro al volo, palla di poco a lato del primo palo di Domanico

22′ Palladini prova la carta Gentili, entrato al posto di Bianchi

Applausi di tutti per lo striscione della Curva Nord “Moreno la città è con te” dedicata all’ex capitano Moreno Solfrini, in lotta con la terribile Sla.

Al Riviera è ancora inverno, climaticamente parlando, ma calcisticamente è proprio un match di fine stagione. Dispiace, ma il risultato non sembra sbloccarsi e il Grottammare tutto sommato ha meritato questi tre punti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.315 volte, 1 oggi)