GROTTAMMARE – Anche quest’anno l’amministrazione comunale ripete la possibilità per le famiglie di ottenere contributi sulle spese sostenute per l’attività scolastica dell’anno didattico in corso (2009/2010) e la fornitura gratuita o semi gratuita dei libri di testo per il prossimo anno scolastico (2010/2011).In entrambi i casi le domande scadono il 23 aprile.

La richiesta può essere fatta dai genitori o altre persone che rappresentano il minore o dallo stesso studente, se maggiorenne. È importante avere a disposizione la dichiarazione di un reddito Isee inferiore o uguale a 10 mila 632,94 euro, con riferimento al periodo di imposta 2008. Il documento Isee va allegato alla domanda e potrà essere compilato gratuitamente presso i Centri di assistenza fiscale (Caaf) ma anche in Comune, il giovedì dalle 9,30 alle 12,30, presso l’ufficio URP.

Alla richiesta di contributo sulle “spese scolastiche”  vanno  allegati anche i documenti che le provano, riferiti all’anno scolastico in corso. Si ricorda che il rimborso prenderà in considerazione importi superiori a 51,65 euro e in riferimento alle seguenti tipologie di spesa: frequenza, somme a qualunque titolo versate alla scuola, rette versate a scuole paritarie, rette per convitti annessi a istituti statali o gestiti direttamente o indirettamente dalla scuola o dall’ente locale; trasporto, abbonamenti per trasporto su mezzi pubblici, attestazioni di spesa per il trasporto casa-scuola in mancanza del servizio pubblico;  mensa, spese sostenute in mense a gestione diretta/indiretta degli enti locali, in esercizi interni alla scuola, in esercizi pubblici nella città di frequenza della scuola non coincidente con quella di residenza, in assenza di servizi specifici e per attività curriculare ed extracurriculare pomeridiana; sussidi, spese relative a materiale didattico o strumentale, ad esclusione dei libri di testo obbligatori per i quali è previsto l’apposito contributo.

Per quanto riguarda i documenti comprovanti l’acquisto dei “libri di testo”, invece, sarà cura dell’ufficio Servizi scolastici invitare i richiedenti a presentarne copia con una specifica comunicazione, dopo l’inizio dell’anno scolastico 2010/2011. Vale quindi la raccomandazione di conservare il documento di acquisto, scontrino, ricevuta o fattura che sia.

La precisazione è d’obbligo visto che la causa maggiore dell’esclusione dai benefici è risultata sempre la mancanza di queste attestazioni.

I dati riferiti all’ultimo bando segnalano per le spese scolastiche, 246 domande presentate, di cui 213 accolte e liquidate (l’anno ancora precedente, 204 presentate, 180 accolte e liquidate), per la  fornitura libri scolastici, 195 domande presentate, di cui 160 accolte e liquidate (l’anno ancora precedente 196 presentate, 166 accolte e liquidate).

I bandi integrali sono consultabili su sito del comune di Grottammare – www.comune.grottammare.ap.it – Info: ufficio Servizi scolastici (I piano, orari: 9.30-13 del lunedì, mercoledì, venerdì e 16-18 martedì e giovedì – 0735 739223).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 569 volte, 1 oggi)