ASCOLI PICENO – «Mai un evento delle nazionali minori ha raggiunto livelli organizzativi come ieri ad Ascoli»: è quanto – sostiene il sindaco Guido Castelli – avrebbero affermato i tecnici dell’Uefa e della Figc presenti al Del Duca per l’incontro valido per le qualificazioni ai prossimi mondiali di calcio femminile Italia–Finlandia, terminato 1 a 1.

«I tecnici responsabili della Federazione Italiana Gioco Calcio e della Uefa si sono complimentati con il sindaco e con l’assessore per l’ottima organizzazione e, nell’inviare i propri referti, hanno espresso il massimo dei voti» spiega in una nota Castelli, che continua: «Ho preso contatti per organizzare a breve una partita con la nazionale maschile Under 21 e, dopo i mondiali perchè no, potremmo ambire ad ospitare ad Ascoli la nazionale azzurra».

«Considero questo torneo un punto di partenza affinchè la nostra città diventi sempre più spesso teatro di eventi sportivi a carattere nazionale» dice assessore Brugni.

Intanto, nell’occasione dell’aperitivo organizzato dall’Ascoli Calcio presso il Caffè Meletti per porgere gli auguri pasquali ad amministratori e sponsor, Castelli ha parlato anche del nuovo stadio.

«Pur riconoscendo al Del Duca il suo valore storico e il suo passato  glorioso- ha spiegato – sono maturi i tempi per pensare ad una struttura più moderna e polifunzionale sul modello inglese, che dovrebbe essere progettata in località campolugno una volta redatto il nuovo piano regolatore generale». Non prima del 2011.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.538 volte, 1 oggi)