ASCOLI PICENO –  Continuano le iniziative socio-culturali organizzate dal Comune di Ascoli in collaborazione con la Direzione del Carcere di massima sicurezza di Marino del Tronto, all’interno della struttura.

Si terrà venerdì 2 aprile a partire dalle ore 16, presso l’Istituto di detenzione  il coro folkloristico “Gli amici del vernacolo”.

«La finalità dell’iniziativa – spiega il sindaco Guido Castelli – è quella di offrire anche ai detenuti qualche momento di spensieratezza e di svago, in un periodo di festa come quello pasquale».

«Questo è il terzo appuntamento – continua l’assessore al decentramento Massimiliano Di Micco – che si svolgerà presso il carcere grazie alla disponibilità sempre dimostrata dalla direttrice Lucia Di Feliceantonio. L’ultimo che  si è svolto a febbraio in occasione del carnevale, con la corale di San Bartolomeo, riscosse un grande successo tra i detenuti».

«Questo appuntamento – conclude il vice sindaco Gianni Silvestri – va ad aggiungersi ai numerosi già svolti presso altri Istituti, quali il ricovero Ferrucci, il Villaggio Santa Marta e la Casa di Cura Villa San Giuseppe».

Ad accogliere i rappresentanti comunali e il maestro del coro “Gli amici del Vernacolo”, sarà la direttrice del carcere Lucia di Feliceantonio.

Questi i titoli di alcuni brani: Ascule antica, Li carrezzette, La stella alpina, Trunte e Castellà, Amore miè dimme scì, Marì, Marì, Marì, La lattaretta, L’Ascenziò, San Marche, Mamma, Mare nostre e Ascule miè bella.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 394 volte, 1 oggi)