SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Se l’arte è un paradosso, allora una esposizione intitolata Paràdoxa fa al caso vostro. Apre sabato 3 marzo 2010, alle ore 17,30, presso i locali della Palazzina Azzurra a San Benedetto del Tronto, la rassegna d’arte contemporanea Paràdoxa, evento di notevole spessore culturale che porterà sulla Riviera delle Palme alcune delle più interessanti personalità del mondo artistico italiano.
Filo conduttore della rassegna il rapporto che, nella scoperta della nostra identità, individuale e sociale che vanno contro le opinioni correnti e le aspettative comuni. Sono simboli, pittogrammi, glifi, in cui scopriamo le sembianze, talora sacre, di un viso, di una metamorfosi, il senso del mistero e dell’inusuale. A discernere l’umanità che è in noi, la capacità di riconoscerci, occorre la meraviglia di un evento straordinario, di un’opinione che uccida il luogo comune, il senso condiviso.
Paràdoxa esprime così una come volontà di superare le condivise opinioni, i luoghi comuni, tentando di rovesciare verità di ragione in una ricerca di stilemi simbolici, finanche intuitivi ed emotivi e pur nell’illusione dell’arte, con l’intento di far gemmare embrioni di nuove socialità, nuovi mondi vitali.
Si tratta di un evento di rilievo per l’arte contemporanea, curato da Gabriele Di Francesco e con il coordinamento Nazareno Luciani. In mostra opere e installazioni di Roberta Cardinali, Hernan Chavar, Luca De Angelis, Francesca Gentili, Nemanja Nikolic, Giorgio Pignotti, Caterina Silenzi, Serena Vallese, Alessandro Vitali.
La rassegna è organizzata con la collaborazione dell’Assessorato alla cultura della città di San Benedetto del Tronto, e dell’Officina San Giacomo e di Spazio mOHOc–arte contemporanea.
La mostra resterà aperta fino al 14 aprile 2010, tutti i giorni dalle ore 17 alle 20. Chiuso il lunedì.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 689 volte, 1 oggi)