ASCOLI PICENO – Dopo il Rugby internazionale, con l’incontro Italia – Samoa di novembre, un altro evento internazionale, seppur per uno sport che di sicuro non ha lo stesso riscontro di pubblico di molti altri ma che può rappresentare comunque per Ascoli un biglietto da visita per ospitare eventi maggiori.

L’incontro di calcio femminile tra Italia e Finlandia in programma mercoledì pomeriggio allo Stadio Del Duca di Ascoli con inizio alle ore 15 e ingresso gratuito, è stato perciò presentato con tutti gli onori dal sindaco di Ascoli Guido Castelli, dagli assessori Brugni e Ferretti, dal presidente provinciale del Coni Sabatucci, dalla referente regionale dell’associazione femminile D52 Valeria Senesi e dal Colonnello Silvestri in rappresentanza del 235° battaglione Piceno che ospita ogni anno 500 soldatesse volontarie per il periodo di addestramento base, e che saranno presenti alla partita.

Lo stesso tecnico della squadra azzurra Pietro Ghedin, ex giocatore della Lazio negli anni ’70, ha ringraziato la città e si è detto piacevolmente stupito per la calorosa accoglienza.

Presenti anche i giocatori dell’Ascoli Calcio Portin e Mattila, entrambi finlandesi.

Il sogno dell’amministrazione comunale è ovviamente quello di riportare al Del Duca la nazionale maschile di calcio, che manca dal 1984 quando sconfisse in amichevole il Portogallo per 2 a 0.

Da allora neppure una under 21. Proprio per questo la speranza del sindaco Castelli è quella di procedere per piccoli passi, magari ospitando le rappresentative minori fino ad ottenere il via libera ufficiale per la nazionale maggiore.

Intanto però la squadra femminile dovrà vedersela con le forti finlandesi, che inseguono le azzurre (prime a punteggio pieno) nel girone di qualificazione dei mondiali del 2010.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.489 volte, 1 oggi)