ASCOLI PICENO- Tre arrestati, armi e droga di vario genere. E’ il risultato di una operazione condotta venerdì 26 marzo congiuntamente tra il  personale della Squadra Mobile di Ascoli Piceno e della Squadra Mobile di Ancona e del Commissariato di Fermo.

Sono finiti in manette per spaccio di stupefacenti e detenzione di armi M.P. 26enne di origine macedone, M.A. 45enne napoletano e B.I. 30enne albanese. Tutti e tre i fermi sono stati effettuati in località Casabianca di Fermo.

Il primo veniva trovato in possesso di una dose di 5,8 grammi di cocaina e arrestato non senza difficoltà dopo che lo stesso aveva cercato di sfuggire alla cattura con ogni mezzo anche crecando di speronare le volanti della Polizia.

Il secondo, dopo tutta una serie di appostamenti e pedinamenti, era ammanettato a Porto San Giorgio con addosso 12,02 grammi di cocaina. A questo punto gli agenti della Polizia di Fermo senza più indugio facevano irruzione nella casa frequentata dai tre.

All’interno si trovava il terzo pregiudicato dove le Forze dell’Ordine sono riuscite a scovare 110 grammi di eroina, 12.5 grammi di cocaina, 48 grammi di sostanza da taglio nonché un bilancino di precisione, bustine per il confezionamento delle dosi e la somma di euro 640 provento dell’attività di spaccio.

Non solo, ma durante la perquisizione saltava fuori all’interno di un borsone nascosto in un locale di cui il cittadino albanese aveva la disponibilità e le chiavi,  una doppietta ed un fucile semiautomatico nonché circa 400 munizioni. Le armi ed il munizionamento risultavano proventi di un furto avvenuto nei giorni precedenti in una abitazione di Porto Sant’Elpidio e regolarmente denunciato.

I tre dopo le formalità di rito venivano rinchiusi nelle carceri di Fermo ed Ascoli Piceno a disposizione di Luigi Ortenzi Sostituto Procuratore di turno presso la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Fermo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 730 volte, 1 oggi)