SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il totale dei delitti registrati dalla Prefettura a San Benedetto è sceso del 3,82% nel 2009 rispetto al 2008. Ma nella percezione dei cittadini, registrata con metodi statistici tramite il ”Progetto Sbt”, la preoccupazione per la sicurezza è al primo posto nella scala.
«Questione di sicurezza percepita, ma i dati indicano con chiarezza che la sicurezza reale a San Benedetto c’è, ed è quella d una normale cittadina di provincia», commenta il sindaco Giovanni Gaspari.
Per l’estate che si avvicina saranno assunti dieci vigili urbani stagionali e l’orario di servizio nel week end sarà esteso fino alle tre. Inoltre, come previsto dal Patto per la Sicurezza firmato recentemente con la Prefettura, il Comune si impegna a investire 70 mila euro all’anno per pagare più ore di straordinario notturno ai Vigili Urbani.
I controlli nei locali e la lotta all’abusivismo commerciale saranno gli obiettivi prioritari.
Nei dati forniti dalla Prefettura, cala il totale dei delitti, ma in alcune fattispecie ci sono leggeri aumenti come per gli scippi (da 6 a 9), per i furti nei negozi (da 87 a 117), per i furti negli appartamenti (da 81 a 83). Reati predatori connessi indubbiamente con la crisi economica generalizzata che colpisce nel profondo e genera fasce sempre maggiori di meno abbienti.
Sono in crescita ad esempio i furti nei cantieri edili e navali e negli stabilimenti balneari. Nel 2009 sono stati rubati in tre colpi distinti dei motori nautici per 20mila euro. Sempre nel 2009 sono stati rubati cinque autocarri ed un auto rimorchio per un valore totale di oltre 200mila euro. In quattro cantieri sono stati rubati attrezzature e materiali edili per un valore di 8mila e 500 euro.
NUOVA SEDE PER I VIGILI Gaspari, nel consueto incontro di sabato con la stampa, ha manifestato soddisfazione per gli sviluppi della procedura di dialogo competitivo fra privati, con la quale il Comune intende ricavare a costo zero una nuova sede per la Polizia Municipale.
Il vecchio municipio sulla statale 16 e l’eventualità che diventi un polo per le associazioni cittadine, sarà un’incombenza della prossima amministrazione comunale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 733 volte, 1 oggi)