OFFIDA – Il comitato Lava-San Lazzaro ha dunque serrato le fila. Ribadisce a gran voce l’urgente richiesta alla Amministrazione Provinciale nel dare garanzie sulla realizzazione della bretella nell’area ex-conigliera. Richiedendo oltre all’impegno fattivo anche il rispetto del crono programma che fissa inderogabilmente entro il 31 luglio, tramite by-pass, la riapertura al traffico della Mezzina: «Tutto ciò a seguito di affermazioni in merito, ancora troppo nebulose e balbettanti da parte del Presidente della Provincia».
Durante l’assemblea di mercoledì 24 marzo nell’Antica Fornace presso il quartiere Lava di Offida, è stata ribadita la necessità di fare chiarezza rispetto al bombardamento mediatico che quest’opera ha trascinato con sé diventando un appetitoso argomento di campagna elettorale. Secondo il comitato sarà dunque fondamentale mantenere alta l’attenzione su tale infrastruttura anche quando le luci della ribalta elettorale si saranno spente: «Proprio allora dovremo giorno per giorno vigilare sull’evolversi dei lavori».

«Riteniamo inoltre opportuno- affermano i rappresentanti del comitato- veicolare attraverso di noi la corretta informazione. Sollecitiamo pertanto le istituzioni provinciali a non trincerarsi dietro ad una sentenza del Tar, ma a calarsi dal vivo nella grave situazione che vive quotidianamente questo territorio che ritiene tanto strategica quest’opera, quanto necessaria la tutela dei diritti essenziali. Questo è il momento della responsabilità. Davanti al delirio quotidiano a cui assistiamo sulla strada di Collecchio per la quale torniamo a richiedere la messa a norma della segnaletica, dei catarifrangenti, dei guard-rail, insomma delle condizioni minime che garantiscano la messa in sicurezza della strada. Tale collegamento si mostra ogni giorno di più insufficiente e inadeguato con tutti i suoi limiti di capacità nel riassorbire il flusso dei veicoli della Mezzina.

Concludono i membri del comitato: «Attendiamo risposte, non a mezzo stampa ma con opere sul campo, stiamo lavorando alla realizzazione di un tavolo di confronto tra i tecnici della Provincia responsabili dell’opera, Comune e popolazione, in stretta collaborazione con il Comitato Cabbiano-Valentino».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 457 volte, 1 oggi)