SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si tratta di un artista cileno nominato assistente alla cattedra di scultura presso l’Università di Cile di Santiago, dal 1970, dopo aver girato il Brasile, Germania, Messico, Inghilterra e Svizzera si stabilizza in Italia, inizialmente lungo le rive del Lago Maggiore. Sergio Tapia Radic Attualmente vive e lavora a Ripatransone, dove sono esposte alcune sue opere e sarà venerdì 26 marzo alle ore 20 all’hotel Progresso in occasione dei “Venerdì culturali di fine mese“.

Radic ha eseguito ed esegue opere per chiese, collezioni private ed istituzioni. Una delle sue ultime sculture, “Notte di note”, si trova presso la sede dell’Assemblea legislativa delle Marche. Il suo primo committente è stato Pablo Neruda, ma l’artista ha eseguito busti per John Kennedy, per il presidente cileno Jorge Alesandri e per il premio Nobel per la poesia Gabriela Mistral. Scultore e maestro, dai piccolissimi delle scuole a giovani artisti promettenti, scenografo e disegnatore, Tapia Radic si è cimentato anche nella scrittura: una raccolta di “Racconti surreali di ordinaria fantasia“, con illustrazioni autografe, dove c’è tutta l’ironia e la sorpresa con cui lo scultore guarda le cose vita. Un personaggio davvero straordinario, che i soci e gli amici del circolo che amano gli appuntamenti organizzati a cadenza mensile dai vertici del Circolo Riviera delle Palme avranno l’opportunità di conoscere meglio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 682 volte, 1 oggi)