SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’Itb si prepara alla nuova, imminente stagione estiva. E lo fa riunendosi presso l’Hotel Solarium in occasione di un incontro organizzato con tutti gli imprenditori turistici balneari della Provincia.Tanti i temi all’ordine del giorno: dalla recente approvazione del nuovo Piano di Spiaggia alla pianificazione delle manifestazioni estive in collaborazione con Ribalta Picena, senza dimenticare il resoconto del soddisfacente colloquio avvenuto tra Giuseppe Ricci ed il Ministro per la Semplificazione Normativa, Roberto Calderoli.

Proprio a quest’ultimo l’associazione dei  concessionari ha proposto di aggiungere alla legge vigente alcuni emendamenti, quali la possibilità di sdemanializzazione da parte dei singoli Comuni, autorizzati dalle Regioni.

«Non è possibile – afferma Ricci – che gli imprenditori balneari siano precari a vita. Abbiamo sempre investito su proprietà altrui, senza mai avere un briciolo di certezze», dice riferendosi alla normativa europea che potrebbe prevedere l’azzeramento delle concessioni ogni sei anni. Proteste che si amplificano ulteriormente quando il discorso vira sul Piano di Spiaggia approvato pochi giorni fa dalla maggioranza.

Bar e ristoranti non potranno essere “attivi” per l’interno anno se non saranno muniti di 100 metri quadrati di copertura.

Soluzione giudicata «inevitabile» dall’ingegnere responsabile del Piano, Marco Cicchi, che ha spiegato: «Chi non rientra in questa categoria potrà tenere aperto solo d’estate. Era impensabile per noi consentire a tutti i 114 locali del lungomare di tenere aperto per dodici mesi. Ne andava anche del guadagno dello stesso settore ristorativo».

Il Piano di Spiaggia ha però fatto risentire chi in passato si era già adeguato alla precedente legge vigente, la Follis. Cicchi in questo senso ha garantito che coloro che si erano mossi in quella direzione tempo fa potranno mantenere tutte le migliorie apportate, ma se vorranno in futuro ristrutturare l’edificio dovranno in parte demolire lo stesso, magari chiedendo una variante.

L’assessore all’Ambiente Canducci ha invece fatto il punto sulla situazione del ripascimento, avvenuto nella primavera del 2008 ed in programma nel 2010: «L’erosione della costa, grazie all’intervento di due anni fa, si è fermata prima e non ha creato problemi ai vostri impianti, come al contrario è accaduto nel nord delle Marche»

Ricci, come detto inizialmente, ha infine pianificato gli appuntamenti che riguarderanno la compagnia “Ribalta Picena”, guidata da Lorenzo Nico. La “comitiva” porterà in giro per gli chalet scenette e poesie tipiche sambenedettesi «per far conoscere ai turisti le tradizioni e la cultura del posto che hanno deciso di visitare».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 595 volte, 1 oggi)