SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Fermana-Samb rinviata a data da destinarsi. L’atteso incontro che poteva sancire la matematica promozione dei rossoblu in Serie D non si giocherà come previsto domenica prossima, 28 marzo: a deciderlo è stata una riunione in Prefettura (erano presenti anche i dirigenti della Samb). Il motivo è duplice: dopo la sconfitta con conseguente eliminazione in Coppa Italia contro la Voluntas Spoleto, e quindi l’impossibilità di accedere in Serie D anche per questa via, i tifosi fermani hanno rovesciato la loro irrazionale rabbia contro i giocatori. Anzi, contro le cose dei giocatori.

A diverse auto sono state tagliate le gomme e sembra che l’automobile di Ciccotello sia stata data alle fiamme.

La gara, già interdetta ai tifosi rossoblu per motivi di ordine pubblico, era comunque sotto osservazione proprio per il temuto arrivo di sambenedettesi che, comunque, avrebbero voluto assistere alla gara della possibile vittoria matematica del campionato. L’increscioso episodio che ha visti coinvolti alcuni teppisti di Fermo nei confronti delle automobili dei propri giocatori, unito all’altro rischio, ha determinato il rinvio della gara soprattutto perché, essendo giornata di elezioni, le forze dell’ordine, impegnate nella sorveglianza dei seggi, non potevano garantire l’apporto numerico necessario date le circostanze.

Si è così deciso di rinviare a data da destinarsi, e sarà la Lega Dilettanti Marche a stabilire la data del recupero che potrebbe avvenire già da sabato 3 aprile, giorno precedente alla Pasqua, quando il campionato riposa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.399 volte, 1 oggi)