TABELLINO: Scavolini Spar Pesaro-Sigma Coatings Montegranaro: 89-93
SCAVOLINI SPAR PESARO: Green 5, Sakota 12, Tomassini ne, Van Rossom 11, Hicks 18, Flamini 9, Gjinaj ne, Amici ne, Joksimovic 4, Shaw 2, Williams 21, Cinciarini 7. All. Dalmonte Luca
SIGMA COATINGS MONTEGRANARO: Nasini ne, Antonutti, Cavaliero 13, Marquinhos 16, Filloy 12, Maestranzi 16, Lechthaler 4, Tsaldaris 14, Cinciarini 3, Ongenaet ne, Brunner 13, Ivanov 2. All. Frates Fabrizio
Arbitri: Lamonica luigi, Begnis Roberto, Lanzarini Saverio
Parziali: 26-29, 51-50, 64-70
NOTE: tiri da due Pesaro 17/29, Montegranaro 14/31; tiri da tre Pesaro 12/21, Montegranaro 14/27; tiri liberi Pesaro 19/23, Montegranaro 23/27; rimbalzi Pesaro 25, Montegranaro 27; falli Pesaro 23, Montegranaro 19; assist Pesaro 13, Montegranaro 9; stoppate Pesaro , Montegranaro 2.

PESARO – Arriva un’altra vittoria corale per la Sutor nel derby con la Scavo-Spar, pezzo di storia del basket marchigiano. In una location di tutto rispetto come l’Adriatic Arena, espugnato per la terza volta consecutiva per la gioia dei tanti tifosi sutorini accorsi all’evento. E con la nona vittoria consecutiva la Sigma, ancora imbattuta nel girone di ritorno, conferma il suo secondo posto a quota 30 pari merito con la Pepsi Caserta, mentre per i pesaresi arriva il penultimo posto insieme a Ferrara.
La gara inizia a suon di triple, la prima è per Van Rossom, risponde subito Maestranzi, grandiosa la sua prestazione che solo nei primi dieci minuti mette a segno 14 punti con 4/4 da tre. Al contrario il play pesarese Green non riesce ad emergere, 5 pt per lui realizzati solo negli ultimi minuti di gioco. Le triple di Hicks e le iniziative dell’imponente Williams danno ritmo alla Scavo che chiude il periodo 26-29.
Le due squadre continuano sul filo dell’equilibrio, protagonista del secondo quarto è Brunner per i suoi rapidi pick and roll con Maestranzi, che recupera l’avvio sottotono con 11 punti e 4 rimbalzi. Il ritmo è incalzante, si gioca punto a punto e si va al riposo lungo quasi in parità 51-50 con a chiudere le due bombe di Tsaldaris e Van Rossom, entrambe alla scadere dei 24”.
Nel secondo tempo Pesaro rallenta e Montegranaro ne approfitta per allungare la distanza prima con Marquinhos e poi con Cavaliero. Buona anche la prestazione di Lechtaler e fondamentale resta il neopapà Filloy per difesa, triple ed equilibrio. Dall’altra parte sempre Hicks e Williams, migliori mvp con 18 e 21 punti, riportano la Scavo in partita e concludono per 64-70.
Ad aprire l’ultimo quarto ci pensa l a tripla di Cavaliero, seguito dall’infallibile Marquinhos che guadagna ulteriore vantaggio dai padroni di casa. Ad un minuto dalla sirena, quando ormai i giochi sembravano fatti, Pesaro con le due bombe di Sakota si riporta sul – 3 (86-89), si prova il tutto per tutto a suon di falli sistematici ma la precisione dalla lunetta di Filloy e Tsaldaris dicono 89-93 per la Sutor, per la felicità dell’affollatissima curva marchigiana ospite.
Nel prossimo appuntamento di domenica prossima si torna sul parquet del Palasavelli per affrontare la Vanoli Cremona.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 617 volte, 1 oggi)