GROTTAMMARE – Anche la seconda serata di selezione di cabarettisti per il Cabaret amoremio! È andata. Sabato 20 marzo al Teatro delle Energie si sono affrontati sul palco ben sette cabarettisti.  DIverse le tematiche affrontate, dalla immancabile politica, alle donne, alla musica passando ovviamente per il sociale. Passa il turno su scelta del pubblico Giorgio Montanini di Fermo, ottimo tempo scenico, piacevoli paragoni sulle differenze fra uomo e donna, ritmo perfetto. Su scelta della giuria tecnica passa il turno il duo Enzo e Ramon che attraverso la simulazione di un gioco virtuale tramite degli occhiali 3D e grazie alla mimica corporea sono riusciti a rendere simpaticamente l’idea di due giovani che si ritrovano a giocare.

Bravi anche glli altri che non sono riusciti a passare, ottima la mimica facciale di Tristano Testa che forse pecca un po’ sui tempi, davvero brava l’unica donna Moira Marzi che affronta i problemi delle donne sotto i vari punti di vista, applausi anche per l’”ex modello” Enzo Ribera, consumato da un’amore.. troppo passionale, tornano sul palco del teatro anche I Miracolati, bravi con la chitarra e la voce, forse con troppa politica, e ultima esibizione di Dani Bra che riporta un pezzo di nostra società lavorativa con il “transennista”.

Sempre più sciolta Antonella Ciocca che in abito multicolor ha presentato con disinvoltura la serata, e le ragazze della Scuola Danza Classica che dirette dalla coreografa Lucilla Seghetti hanno presentato tre coerografie.

Come era prevedibile, a portare risate è stato l’ospite della serata, Dado che, in perfetto stile del Teatro canzone di Gaber, ha riportato quell’atmosfera cabarettistica anni 70 sapientemente mescolata alla società odierna. Fra i temi dello spettacolo anche Facebook, perfetto alibi per farsi gli affari degli altri. Dado scende anche nei temi politici con sottigliezza e leggerezza.

«Questo lavoro – ha detto ai cabarettisti sul palco, prima del verdetto finale – è un lavoro precario, ti assumono e ti licenziano giorno per giorno… Quindi se siete di famigia ricca ben venga, prvate! Altrimenti sappiate che è pieno di sacrifici». Dado ricorda anche Tognazzi che da un periodo in cui “andava molto in voga” passò celermente ad uno in cui più nessuno lo chiamava. Un lato del lavoro dell’artista di cui quasi nessuno parla, se non a denti stretti.

Terza ed ultima serata di selezioni, sabato 27 marzo, sempre al teatro delle Energie, ospite Paolo Migoni. Per informazioni e per acquistare il biglietto in prevendita è possibile contattare il seguente recapito telefonico 335.6234568 dell’Associazione Lido degli Aranci, organizzatrice della rassegna.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 762 volte, 1 oggi)