SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’ordine del giorno del consiglio comunale di lunedì sera prevede la nuova votazione per l’elezione del terzo componente del Collegio dei Revisori dei Conti del Comune. Nella fattispecie, il componente da scegliere fra i Ragionieri Commercialisti.
Viene dunque sospesa la nomina del ragioniere Luigi Citeroni, effettuata nel consiglio comunale del 30 novembre scorso e contestata dal componente uscente Giuseppe Spinozzi. Al quale il Tar Marche ha dato sostanzialmente ragione, avendo presentato ricorso proprio dopo la nomina di Citeroni.
Un passo indietro. Con l’ordinanza numero 167 del 10 marzo scorso, il tribunale amministrativo regionale ha accolto la richiesta di sospensiva presentata da Spinozzi e dal suo legale Jacopo Severo Bartolomei.
Spinozzi, già componente del precedente consiglio dei Revisori, impugnò la nomina di Citeroni contestando lo spoglio dei voti di preferenza espressi dai consiglieri comunali. In sostanza sostenne di aver riportato più preferenze del concorrente, e che nel conteggio il segretario generale del Comune ne avrebbe ritenuti quattro non validi perché espressi nella parte della scheda riservata ai dottori commercialisti. Nel ricorso Spinozzi ha contestato la mancata considerazione che dal primo gennaio 2008, data conclusiva del regime transitorio per l’istituito Albo Unico dei commercialisti ed esperti contabili, negli enti locali non si possono più fare distinzioni fra dottori e ragionieri commercialisti. E quindi ha reclamato di avere la totalità delle sue otto preferenze.
Il Tar gli ha dato ragione. Durante quel consiglio comunale, la problematica interpretativa era stata sollevata anche dal consigliere comunale del Pdl Giorgio De Vecchis.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 793 volte, 1 oggi)