MONTEPRANDONE – Una rapina dalle modalità anomale è stata tentata verso le ore 20,30 di giovedì ai danni della ditta di trasporti Tnt nella zona industriale di Centobuchi. Mentre erano in pieno svolgimento le operazioni di chiusura di magazzini ed uffici all’improvviso hanno fatto irruzione nei locali un gruppo di sette persone hanno costretto i circa dieci dipendenti, che in quel momento si trovavano  sul lavoro, a mettersi con le spalle a muro.

Nel frattempo fuori un altro complice arrivava con un camion tipo “tre assi” e si posizionava in attesa. Poi, dopo non più di cinque minuti, i malviventi ed il camion sono spariti senza portare via nulla.

Molteplici le ipotesi di questo improvviso dietrofront ma, come sottolinea il Comandante Giancarlo Vaccarini, intervenuto sul posto :«Con ogni probabilità, o non hanno trovato la merce che cercavano o hanno pensato che qualcuno avesse già dato l’allarme, come infatti è avvenuto poco tempo dopo». Sul posto anche i Carabinieri di Monteprandone ed il Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Ascoli Piceno.

Intanto le indagini proseguono a pieno ritmo mentre c’è chi azzarda una terza ipotesi ovvero che la banda avesse semplicemente sbagliato indirizzo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.513 volte, 1 oggi)