SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Le Marche vivono in un clima di stagnazione, privo di spinta creativa. Sia sotto il profilo delle infrastrutture che della proposta turistica». Parole di Gianni Alemanno, sbarcato nella serata di giovedì a San Benedetto, nell’ultima tappa del tour in programma nella Regione. Il sindaco capitolino è giunto in Riviera per supportare i candidati piceni del Popolo della Libertà, Luca Vignoli e Giulio Natali.

«Ho avuto modo di vedere l’aeroporto di Falconara», continua il primo cittadino. «Per la ripresa del Turismo servirebbe anche il rilancio di questa struttura, abbandonata a se stessa. Non bastano gli spot di Dustin Hoffman». Per Alemanno inoltre, “regioni rosse” come Marche ed Umbria «propongono volontariamente un atteggiamento di subordinazione verso le alleate Toscana ed Emilia Romagna, che al contrario non hanno nulla da invidiare alle prime due».

Applausi scroscianti del numeroso pubblico accorso, che in precedenza aveva ascoltato le parole di Vignoli. «Ascolto, dialogo, impegno e capacità nella risoluzione dei problemi», questi i punti cardine del consigliere comunale, che afferma di volersi battere contro gli sprechi nella spesa pubblica: «Credo sia doveroso aumentare il potere di controllo dei cittadini sulla Sanità. La nostra impostazione gestionale è differente da quella della sinistra, pure sotto il profilo morale». Ed ancora: «Stiamo affrontando anni delicati ed è giusto che la destra moderna, in tempi di crisi, sostenga le piccole medie imprese».

Tra i presenti all’incontro anche il sindaco di Ascoli, Guido Castelli e l’onorevole Carlo Ciccioli. Tutti insieme per ribadire un unico concetto: «Il Popolo della Libertà c’è ed è convinto di poter vincere». Già perché secondo il centrodestra, le Marche «non sono mai state elettoralmente in bilico come stavolta. La forbice è sottile e la speranza di una seconda storica impresa, dopo quella delle scorse provinciali ascolane, è vivissima. «Ci danno per spacciati, come accadde nel giugno scorso. Sappiamo come andò a finire».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 757 volte, 1 oggi)