SAN BENEDETTO DEL TRONTO – A distanza di pochi giorni da un caso identico e sempre a  Porto d’Ascoli è stato scoperto un altro appartamento adibito ad incontri hard.

Anche in questo caso sono state le segnalazioni degli abitanti la via ad indirizzare i Carabinieri. Si sono così ripetuti gli appostamenti di rito e, una volta verificato l’intenso traffico di presenze maschili entrare ed uscire dalla casa, gli agenti dell’Arma hanno fatto irruzione scoprendo all’interno tre donne di origini domenicana e spagnola di rispettivamente 38, 36 e 26 anni.

Le tre donne non sono state perseguite in quanto la prostituzione di per sè non è reato ma sono state rimpatriate al loro paese d’origine. Chi invece è stato denunciato a piede libero per istigazione alla prostituzione è stato il proprietario 67enne dell’appartamento il quale è stato appurato essere ben al corrente dell’uso che il suo locale veniva fatto.

Inoltre, fatto curioso, l’affitto aveva una scadenza ben precisa, ovvero alla fine di maggio, dopodichè, molto probabilmente, l’appartamento avrebbe cambiato radicalmente la sua destinazione d’uso per essere affittato ai turisti in arrivo per la nuova stagione estiva.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.793 volte, 1 oggi)