ASCOLI PICENO – Ascoli maglia nera in Italia per il rilascio di permessi di costruire con 300 giorni impiegati. Una pratica urbanistica era durata perfino 495 giorni. La causa, un problema di personale che l’amminsitrazione ha cercato subito di risolvere, cercando di dimezzare i tempi.

Questo è in sintesi il pensiero dell’assessore al Personale Cesare Celani in risposta alle insinuazioni di un esponente sindacale della Cisl.

«L’amministrazione comunale di Ascoli Piceno intende rendere concreti i principi di trasparenza amministrativa e di partecipazione democratica riducendo i tempi dell’azione amministrativa ed il peso della burocrazia su cittadini ed imprese» sostiene in una nota Celani. «Intervenendo sulla stampa locale – spiega – un autorevole rappresentante sindacale sostiene al contrario che la musica non sia cambiata e lamenta un “atipico reclutamento di personale… perpetrando una violazione della normativa contrattuale”».

Ripercorrendo la vicenda, Celani ricorda che un indagine del 2007 dell’Istituto Adriano Olivetti aveva evidenziato come una pratica urbanistica nel Comune di Ascoli era durata 495 giorni, con un costo medio, presuntivo, per l’azienda, di circa 7 mila euro.

Inoltre, l’inserto Edilizia e Territorio del “Il Sole 24 Ore” dello scorso novembre, affidava ad Ascoli la maglia nera su 58 comuni presi in esame, con ben 300 giorni per il rilascio di un permesso di costruire.

«Un quadro d’insieme davvero negativo – sottolinea ancora Celani – per ovviare il quale ci siamo mossi con grande determinazione cominciando da una riunione con i rappresentanti degli Ordini e Collegi professionali tecnici per un esame congiunto delle problematiche, per una analisi delle criticità e per la definizione di un progetto che ci consentisse di realizzare una maggiore trasparenza, economicità ed efficacia dell’azione amministrativa».

«Da qui si evidenziò – afferma l’assessore – un problema di personale che abbiamo risolto nel pieno rispetto delle normative di legge, con procedure assolutamente trasparenti, corrette e conformi al Contratto Nazionale di Lavoro».

«Abbiamo dato risposte immediate – conclude – e i risultati si sono visti subito. In pochissimi mesi abbiamo praticamente dimezzato i tempi: per una pratica edilizia, oggi, occorrono infatti circa 160 giorni».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 470 volte, 1 oggi)