TERAMO – I quarantasette sindaci del teramano si impegnano solennemente nell’adozione di politiche ecosostenibili per ridurre le emissioni di CO2 ed aumentare il risparmio energetico del 20% entro il 2020. Si è svolta sabato 13 marzo nella sede della Provincia di Teramo la cerimonia per la firma del “Patto dei sindaci”, alla presenza del rappresentante europeo Pedro Ballesteros Torres – responsabile della Direzione Energia e Trasporti della Commissione Europea – e davanti ai Sindaci baby Davide Capponi (Colonnella), Piermatteo Vittorii (Ancarano) e Dylan Filippini (Basciano) quali rappresentanti dei diritti delle future generazioni.

Il documento sottoscritto dai sindaci teramani non è un semplice “manifesto” ambientale: impegna le amministrazioni locali a raggiungere una serie di risultati entro il 2020 e, a chi aderisce, offre l’opportunità di utilizzare i finanziamenti della Banca Europea per realizzare le azioni e i progetti congruenti con l’obiettivo.
Gli impegni del Patto saranno calati nelle realtà locali attraverso un Piano di azione che dovrà essere adottato dai Consigli Comunali.
Impegni e progetti da attuare sono stati raccontati da Pedro Ballesteros Torres, che ha  illustrato le iniziative in atto negli altri Paesi europei.

Alla manifestazione, oltre ad una delegazione di studenti delle scuole superiori impegnati nella realizzazione di progetti a valenza ambientale in collaborazione con la Provincia, hanno partecipato anche gli alunni della terza elementare di Torano Nuovo: Edoardo Strappelli e Luna De Amicis hanno aperto i lavori leggendo due temi sulle energie rinnovabili.
La Provincia di Teramo è fra le cinque in Italia accreditata dall’Unione Europea quale “struttura tecnica di supporto”: affiancherà i Comuni nel percorso di ratifica e attuazione del Patto stesso, garantendo sostegno e coordinamento alle municipalità aderenti, collaborazione tecnica nella definizione del Piano, strategia finanziaria per la sua realizzazione e sensibilizzazione delle cittadinanze per un proficuo coinvolgimento di tutte le parti interessate.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 748 volte, 1 oggi)