ANCONA – Udc divisa in due? Il candidato alla presidenza delle Marche per il Pdl Erminio Marinelli solleva il caso: «Ringrazio gli amici dell’Udc che ieri hanno negato la propria presenza alla convention di Casini e Pettinari a Moglianico, in provincia di Macerata. Non avevo dubbi sulle scelte dei moderati. Sapete quanti sono gli Udc che vengono ai miei incontri? Qualcuno di loro si è dovuto addirittura giustificare per avermi parlato in campagna elettorale».
«Tanti mi hanno confessato di non accettare questa unione scellerata con Spacca perché non c’è alcun interesse programmatico ma solo elettorale. Lo dice anche Casini quando ieri ha parlato di ‘esperimento importante’ e ‘strada per il futuro dell’Italia’. Certo – aggiunge Marinelli – cosa importa a Casini del lavoro e della sanità delle Marche? Noi siamo solo un test per i suoi interessi nazionali e Spacca svende la sua Regione per tentare di vincere».
«Ma i marchigiani, come ho già scritto sulle mie t-shirt – conclude Marinelli  – non sono delle cavie e non credono a questo laboratorio d’interessi. Il voto del centro farà la differenza perché ogni consenso in più per noi è anche uno in meno per Spacca. Ci saranno molte sorprese».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 554 volte, 1 oggi)