CAMPLI – Poteva finire in tragedia il diverbio – degenerato poi in una violenta aggressione – scoppiato tra due extracomunitari nella tarda serata di domenica 15 marzo a Campli.

Sardy Jawad, marocchino 34enne si trovava nella sua abitazione in compagnia di un connazionale, B.H, 29 anni, quando tra i due si è scatenata una discussione, i cui toni si sono fatti via via sempre più accesi. Ad un certo punto dalle parole si è passati alle mani, e il 34enne ha colpito il suo interlocutore alla testa con una bottiglia, poi ha provato a sferrare un fendente con un coltello, colpendolo fortunatamente solo di striscio.

Sul luogo sono intervenuti i Carabinieri della stazione di Campli che, in collaborazione con il Nucleo Operativo di Alba Adriatica, hanno arrestato l’aggressore con l’accusa di lesioni personali aggravate. Quest’oggi il marocchino sarà sottoposto a processo per direttissima.

Il 29enne connazionale invece è stato medicato sul posto dai sanitari del 118 poiché avendo riportato ferite non gravi ha rifiutato il trasporto in ospedale. Se la caverà con una prognosi di 10 giorni.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 464 volte, 1 oggi)