CENTOBUCHI-OLYMPIA AGNONESE 0-1
CENTOBUCHI
: Franchi, Pesce (91), Mozzoni (89), Ianni, D’Addazio, Polenta (88), Cesani (88) (60′ Marzocchella) , Adorante, Filiaggi (91) (56′ Pirelli), Bifini, Frinconi (90) (77′ Moretti 92) . A disposizione: Cinquegrana (90), Stangoni (91), Calvaresi (89), Valente (90).  Allenatore: Attilio Piccioni
OLYMPIA AGNONESE: D’Ippolito (90),Vitale (92), Litterio (89), Tammaro (90), Scampamorte (88), Pesce Rojas, Orlando (87′ Di Lullo 90), Siciliano, Aquaro, Baratto (60′ Pifano – 83′ Raffa ), De Vito. A disposizione: Zoghaib (90), Ciarlariello, Liquori (92), Di Matteo (91). Allenatore: Massimo Agovino.
Arbitro: Lazzeri di Arezzo.
Reti:28′ De Vito (O.A.).
Espulsi: al 65′ il tecnico Piccioni (C) per proteste.
Ammoniti: Frinconi (C), Tammaro (O.A.), Adorante (C), Vitale (O.A.), Moretti (C).
Angoli:5-3.
Recuperi: 1’+ 5′.
Spettatori: 200 circa di cui almeno 50 circa quelli provenienti da Agnone (Isernia).

MONTEPRANDONE – Si complica la situazione in chiave salvezza del Centobuchi che incassa la seconda sconfitta consecutiva perdendo in casa con l’Olympia Agnonese. Forse il risultato più giusto sarebbe stato il pareggio ma i molisani pur senza strafare non hanno rubato nulla. I biancocelesti (oggi in tenuta rossa) ce l’hanno messa tutta, hanno avuto le loro buone occasioni per far male agli ospiti producendo anche gioco a tratti ma con idee e manovre molto confuse e annebbiate sbagliando spesso verticalizzazioni elementari e portando attacchi prevedibili. A sorpresa davanti è stato schierato il rientrante Filiaggi che ha recuperato dal suo infortunio prima del previsto, mentre  è stato lasciato inizialmente fuori in maniera altrettanto sorprendente il capocannoniere biancoceleste Pirelli.
Il gol partita arrivato al minuto 28 e realizzato da De Vito ha suscitato molti dubbi e qualche polemica dei locali, visto che sul lancio che ha raggiunto l’attaccante autore della segnatura, uno dei due guardalinee aveva alzato la bandierina segnalando inizialmente il fuorigioco per poi abbassarla ma il direttore di gara ha convalidato la rete.
La cronaca: si è giocato su un terreno,  quello del Nicolai, in discrete condizioni rispetto alle precedenti volte. Al 1′ occasionissima per gli ospiti che proseguivano tra le proteste dei locali un’azione nonostante un giocatore del Centobuchi fosse rimasto a terra, Aquaro serviva in area lo smarcato Baratto che veniva chiuso in un primo tempo da Franchi in uscita ma poi si ritrovava la sfera tra i piedi e colpiva il palo destro con sfera che poi scivolava sul fondo.

Al 5′ ancora Aquaro in area dalla destra effettuava una conclusione che deviata da un difensore biancoceleste sfiorava il palo destro finendo sull’esterno della rete. Un minuto dopo risposta dei padroni di casa con Bifini (preso di mira da molti tifosi locali che lo hanno contestato) che dal limite lasciava partire una conclusione potente che costringeva D’Ippolito alla deviazione volante in corner. Al 28′ arrivava il vantaggio dei molisani: De Vito veniva lanciato in area sul filo del fuorigioco e batteva con un rasoterra Franchi, ma sul lancio che aveva raggiunto l’attaccante granata uno dei due guardalinee aveva alzato la bandierina per poi abbassarla, il direttore di gara convalidava il gol tra le incessanti proteste dei locali.
La reazione del Centobuchi non si faceva attendere seppur confusa. E nel giro di pochi minuti i monteprandonesi avevano almeno tre buone occasioni, la prima al 31’quando un pericoloso cross dalla sinistra di Mozzoni veniva deviato verso la propria porta da Pesce Rojas costringendo D’Ippolito alla smanacciata in corner. Poi con D’Addazio  che di testa chiamava ancora D’Ippolito alla deviazione in angolo. Quindi ci riprovava Bifini che da fuori area si girava e concludeva ma l’attento D’Ippolito bloccava a terra stavolta senza patemi. Al 36′ l’Agnonese sfiorava il raddoppio con una splendida conclusione dal limite a girare di De Vito che veniva deviata in angolo da Franchi in volo plastico. Al 40′ conclusione di Polenta da fuori con sfera di poco a lato.
Nella ripresa gli ospiti si limitavano per lo più a contenere il prezioso vantaggio lasciando poco spazio alla squadra di casa. Al 48′ grande conclusione da fuori di Pesce che sfiorava il palo sinistro. Poi il clima si surriscaldava, in campo c’era nervosimo ma anche fuori. E così al 60′ Piccioni levava il capitano Cesani mettendo dentro Marzocchella ed un tifoso locale non ci stava avvicinandosi alla rete di recinzione dietro alla panchina e insultando pesantemente il tecnico abruzzese reo secondo lui di aver sostituito il migliore in campo (Cesani) e non Bifini. Poco dopo esattamente al 65′ Piccioni veniva espulso dal direttore di gara per presunte proteste all’indirizzo della terna. Al 78′ Bifini dalla destra crossava al centro una sfera sulla quale non arrivavano per un pelo i due nuovi entrati Marzocchella e Pirelli entrambi in scivolata. All’84’ punizione di Siciliano che sfiorava il palo destro. Poi al 90′ Marzocchella metteva dentro per Pirelli, il quale però davanti alla porta ospite alzava la sfera di testa sopra la traversa. Alla fine contestazione del pubblico locale ai propri giocatori esortati a dare di più nelle prossime partite.
Ora il Centobuchi con questo pericoloso ko (il 14° complessivo, il settimo in casa) è scivolato al quattordicesimo posto rimanendo a -2 dal Luco Canistro sconfitto in casa dalla Recanatese, e con un +1 sul Morro d’Oro battuto dalla Civitanovese (al 18° risultato utile consecutivo) ma è stato scavalcato dal Miglianico che battendo il Bojano ha agganciato il Canistro. E domenica la squadra di Piccioni avrà un’insidiosissima trasferta in cui sarà ospite dell’Angolana che ha clamorosamente impattato a reti bianche in casa del fanalino di coda Real Montecchio (ormai destinato alla retrocessione diretta così come l’Elpidiense) perdendo una grande occasione di portarsi a -1 dai biancocelesti .
Mentre l’Agnonese con questo successo aggancia al sesto posto l’Atletico Trivento (sconfitta in casa dall’Atessa) che ospiterà domenica in un sentito derby molisano. La squadra di Agovino che deve recuperare una partita con la Civitanovese che era stata sospesa sullo 0-0 per l’infortunio dell’arbitro Valente di Roma, vincendo oggi ha chiuso la pratica salvezza e ora punta ai play off (sfiorati la scorsa stagione perdendo ai rigori lo spareggio per raggiungerli col Campobasso) dai quali dista 6 lunghezze (da recuperare proprio alla Civitanovese attualmente quinta).

Risultati 26° Giornata (9°di ritorno): Atletico Trivento-Atessa Val di Sangro 0-2 , Casoli- L’Aquila 2-2 , Centobuchi-Olympia Agnonese 0-1 , Chieti-Elpidiense Cascinare 4-0 , Civitanovese-Morro d’Oro 3-1 , Luco Canistro-Recanatese 0-3 , Miglianico-Bojano 1-0 , Nuovo Campobasso-Santegidiese 1-2 , Real Montecchio-Renato Curi Angolana 0-0 .

LA CLASSIFICA ATTUALE: Santegidiese 51, L’Aquila 50, Atessa Val di Sangro e Chieti 48, Civitanovese # 47 , Atletico Trivento * e Olympia Agnonese # 41, Recanatese * 38, Nuovo Campobasso 37 , Casoli 35, Bojano ** , Luco Canistro e Miglianico 30, Centobuchi 28, Morro d’Oro 27, Renato Curi Angolana 25, Elpidiense Cascinare 12, Real Montecchio 11.

**= 2 punti di penalizzazione

*= 1 punto di penalizzazione.

#= 1 gara da recuperare

Prossimo turno 27°Giornata (10° di ritorno): Atessa Val di Sangro -Miglianico; Bojano-Civitanovese; Elpidiense Cascinare-Nuovo Campobasso; L’Aquila-Luco Canistro; Morro d’Oro-Chieti; Olympia Agnonese-Atletico Trivento; Recanatese-Real Montecchio; Renato Curi Angolana-Centobuchi; Santegidiese-Casoli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 606 volte, 1 oggi)