CUPRA MARITTIMA – Centocinquanta casse da cinque chili l’una piene di “cefalopodi” per un totale di 750 chili sono stati sequestrati nella mattinata di sabato 13 marzo a due unità di pesca del litorale cuprense da parte della motovedetta CP 843 della Capitaneria di Porto di San Benedetto.

I due motopescherecci sono stati sorpresi mentre pescavano usando il metodo “volante”  nella fascia interdetta ovvero nella zona di mare compreso all’interno delle tre miglia dalla costa.

Ai comandanti delle due imbarcazioni sono stati elevati due processi verbali per aver esercitato l’attività in acque vietate con successiva sanzione amministrativa di duemila euro. Dopo l’analisi del quantitativo da parte dell’Asur 12, lo stesso è stato devoluto in beneficienza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 893 volte, 1 oggi)