CUPRA MARITTIMA – Prima esperienza d’indagine sulla domanda turistica per il comune di Cupra Marittima che vuole lavorare sulla valorizzazione del proprio territorio anche basandosi sulle risposte e i suggerimenti degli stessi turisti.

“Le risorse ci sono ma non basta, dobbiamo incentivarle”: questa la posizione dell’amministrazione capitanata dal sindaco Domenico D’Annibali che, insieme all’assessore al Turismo Marco Malaigia, venerdì 13 marzo ha presentato l’analisi della domanda turistica effettuata attraverso questionari somministrati nelle strutture ricettive del territorio cuprense.

Pur se il campione oggetto del questionario, circa 800 unità, potrebbe non rivelarsi abbastanza esaustivo per un’indagine approfondita, il dato che rischia di inficiare l’analisi è legata al fatto che alcune attività ricettive non hanno collaborato, in particolar modo non si sono avute risposte da parte dei camping i quali non hanno riconsegnato i questionari, anche se rappresentano la maggiore capacità ricettiva. Quindi l’amministrazione spera di sensibilizzare tutti gli operatori turistici a cooperare al fine di creare un’offerta di qualità e che risponda alle esigenze dei turisti.

I dati generali evidenziano comunque una buona percentuale di gradimento del soggiorno e un ottimo rapporto qualità prezzo. I motivi d’attrattiva restano il mare e la tranquillità in quanto i principali utenti sono famiglie con bambini.

Tra le ipotesi di miglioramento ci si prefigge la necessità di creare una rete di collaborazione tra comuni limitrofi per proporre ai turisti un’offerta più completa, fatta di percorsi e itinerari, che contempli il mare ma anche colline e montagna.

Dati più dettagliati con le relative percentuali verranno forniti su un apposito spazio nel settimanale Riviera Oggi in uscita martedì 16 marzo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 851 volte, 1 oggi)