SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Case popolari e politiche abitative del Comune, Rifondazione Comunista lamenta la mancanza di azioni incisive da parte della maggioranza guidata dal sindaco Giovanni Gaspari.

Afferma Daniele Primavera, consigliere comunale e candidato al consiglio regionale: «L’occupazione abusiva di alcuni appartamenti nella zona delle case popolari della Santissima Annunziata è un qualcosa che condanniamo senza indugi. Però c’è indubbiamente una penuria nelle politiche abitative del Comune. Abbiamo svolto una ricerca sulla base dei progetti dell’Erap (l’ente per l’abitazione pubblica, ndr) e si nota un totale immobilismo dai tempi della seconda amministrazione Perazzoli fino ad oggi, con l’unica eccezione del previsto ampliamento della “casa parcheggio” di via Manara. La colpa è di chi governa il Comune, che non mette a disposizione dell’Erap le aree per fare le nuove case popolari. Forse perchè gli unici interlocutori dei nostri politici sono i signori del mattone?».

I dati dell’Erap dicono che dal 1999 a San Benedetto sono stati realizzati 39 alloggi popolari, contro i 35 di Grottammare e i ben 250 di Ascoli Piceno. Certo, il capoluogo di provincia ha un territorio ben più ampio del ristretto e densamente urbanizzato territorio rivierasco.

«Questo non conta, perchè non si tratta di fare certo delle new town, ma di realizzare qualche decina di appartamenti – risponde Primavera – qualche palazzina. Del resto, per fare la Grande Opera si sta pensando a una variante urbanistica che prevede dai 300 ai 500 nuovi appartamenti».

Anche il Progetto Casa dell’amministrazione Gaspari non vede il favore dei rifondaroli, usciti ormai da più di un anno dalla maggioranza. «Non è stata accolta la nostra proposta di trovare aree per le case popolari, e poi gli appartamenti che il Comune ricaverebbe dagli accordi con i privati, ad esempio con la riqualificazione degli edifici degradati, non sarebbero case popolari in senso stretto, ma appartamenti da affittare a prezzi agevolati. Non è la stessa cosa».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 638 volte, 1 oggi)