OFFIDA – All’alba di giovedì 11 marzo i Carabinieri di Offida, coadiuvati dal Nucleo Centrale Investigativo del Lavoro di Ascoli Piceno, hanno fatto irruzione in due opifici cinesi dove hanno trovato quattro cittadini di quella nazionalità non in regola con i necessari documenti di soggiorno e quindi clandestini.

Uno è stato tratto subito in arresto perchè scoperto essere colpito da mandato di espulsione emesso nel mese di marzo del 2009 dal Prefetto di Teramo. Mentre gli altri tre sono stati condotti in Questura da dove sono state avviate le pratiche per la loro espulsione dal terrritorio nazionale.

Per i proprietari dei laboratori è stata sporta denuncia in stato di libertà per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e sfruttamento a fini lavorativi. Dal canto loro gli operatori del Nucleo hanno sospeso l’attività delle due aziende emettendo sanzioni amministrative per un importo complessivo di 32 mila euro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 402 volte, 1 oggi)