SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il funzionario Luciano Frittelli di Rete Ferroviaria Italiana Marche, ha incontrato giovedì pomeriggio l’amministrazione comunale per esaminare alcune questioni riguardanti la sistemazione delle aree circostanti le stazioni di San Benedetto e Grottammare.

Ad incontrare i tecnici di Rete Ferroviaria Italiana c’erano il sindaco Giovanni Gaspari, l’assessore ai trasporti Settimio Capriotti, i consiglieri Lorella Bovara e Claudio Benigni.

Per quanto riguarda San Benedetto, è stato definitivamente sottoscritto l’accordo che consentirà al Comune di aprire un’uscita verso est del sottopasso ferroviario per mettere in comunicazione via Dari e via Paolini con via Gramsci e il centro cittadino. E’ giunto così a conclusione l’iter relativo ad un’operazione tecnicamente semplice da realizzare ma complessa per i passaggi burocratici che è stato necessario superare. Si annunciano procedure di appalto molto rapide ed è intenzione dell’Amministrazione avviare i lavori entro la fine del mese.

Altro argomento in discussione, sollecitato dai consiglieri Bovara, Benigni ed Evangelisti che si sono fatti interpreti delle esigenze di molti cittadini residenti nell’area della stazione di Porto d’Ascoli, è quella di reperire nuove aree di sosta a servizio dei pendolari che utilizzano lo scalo per i loro spostamenti quotidiani. Accade infatti che i viaggiatori, non trovando spazi di sosta dentro l’area della stazione, lasciano le loro auto nelle vie adiacenti creando non pochi problemi ai residenti.

Il Comune ha dunque chiesto ad RFI di valutare la possibilità di reperire aree da adibire alla sosta nel perimetro di competenza dell’Ente ferroviario. L’ingegner Frittelli secondo il Comune ha manifestato ampia disponibilità a valutare la questione che sarà affrontata più nel dettaglio in un prossimo incontro per analizzare la fattibilità di alcune soluzioni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 607 volte, 1 oggi)