FERMO – Da lunedì scorso la Fermana ha un nuovo allenatore: Roberto Beni che ha preso il posto di Giuseppe De Amicis (che aveva ottenuto lo scorso anno con la Fermana la promozione in Eccellenza, e sempre alla guida dei canarini in questa stagione la Coppa Italia Regionale, mentre nella stagione 2005/06 sulla panchina del Centobuchi aveva ottenuto la promozione in serie D per poi essere esonerato l’anno dopo), il quale dopo la sconfitta interna contro il Real Metauro che ha fatto seguito ad una lunga crisi di risultati in campionato della squadra (che comunque in questa stagione sotto la guida di De Amicis ha conquistato la Coppa Italia Regionale d’Eccellenza battendo a dicembre in finale la Vis Pesaro), ha presentato le dimissioni, le quali sono state accettate dalla società canarina.

Beni aveva cominciato la sua carriera di allenatore al Grottammare (dove aveva anche giocato prima di iniziare ad allenare) con il quale nella stagione 2002/03 ottenne attraverso i play off la storica promozione in serie D,nella quale categoria la stagione seguente si piazzò sempre sotto la sua guida al nono posto. Successivamente ha avuto esperienze come secondo di Davide Ballardini alla Samb (Serie C1 stagione 2004/05), al Cagliari (Serie A stagione 2005/06) e al Pescara (Serie B 2006/07).

Nella stagione 2007/08 ha guidato la Civitanovese (allora in Eccellenza Marche) ottenendo un sesto posto. La scorsa stagione invece aveva guidato la Santegidiese (serie D girone F) fino alla 28°giornata dopo la quale venne esonerato. Alla Fermana, Roberto Beni aveva militato da giocatore, come libero nella stagione 1991/92 in serie D, mentre il fratello Giancarlo ci aveva giocato da portiere in C2 nella stagione 1994/95 e prima ancora il padre Paolo (storico capitano e bandiera della Samb) aveva allenato i canarini negli anni 70 quando il presidente era Luciano Balestrini. Oltre  al cambio di panchina il club gialloblu ha avuto anche il cambio di presidente con Andrea Morroni che ha preso il posto del dimissionario Stefano Chiodini.

Il tecnico sambenedettese che quest’estate ha sostenuto il corso di Coverciano assieme a Leonardo(attuale allenatore del Milan), ritrova a Fermo Cacciatori, Angelini, Cameli, Colella,  Paolini, e Pompei che già aveva allenato in passato in precedenti esperienze. Beni ha esordito mercoledì nell’andata degli ottavi di finale della Coppa Italia Dilettanti (da non confondere con la coppa Italia di serie D) fasi finali nazionali, pareggiando 0-0 in casa con la Voluntas Spoleto guidata da Paolo Beruatto (che aveva guidato la Samb nella stagione 2001/02 prima di Nicolini e dell’avvento vincente di Colantuono) .

La Coppa Italia Dilettanti (vinta lo scorso anno dalla Virtus Casarano), vista l’impossibilità ormai di vincere il campionato riveste per la Fermana l’obiettivo primario, in quanto vincendo la rassegna nazionale si avrebbe un posto per la serie D così come vincendo le fasi finali nazionali dei play off  (non bastano quelli regionali) d’Eccellenza.
Invece domenica l’ex tecnico del Grottammare,  esordirà in campionato (dove la Fermana è quarta a pari punti con il Real Metauro) in casa della Cingolana (15° ed in zona play out) il cui recupero col Montegiorgio in programma mercoledì è stato rinviato per neve (stessa causa del primo rinvio).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.139 volte, 1 oggi)