GROTTAMMARE – Le famiglie “numerose” di Grottammare (39, come risulta dagli archivi anagrafici che abbiano 4 o più figli) stanno ricevendo in questi giorni una lettera in cui il sindaco Luigi Merli e l’assessore alle Politiche sociali, Ada Tassella, invitano i capofamiglia a presentare la richiesta per la ricezione di un bonus per ridurre il carico delle spese di energia elettrica, gas, acqua, raccolta dei rifiuti solidi urbani, fruizione dei servizi di mensa scolastica o per l’accesso ai nidi d’infanzia.La domanda deve essere sottoscritta dal capo famiglia e consegnata all’ufficio Protocollo entro il 20 marzo 2010.

Il progetto rientra nell’ambito degli interventi a favore della famiglia, finanziati dalla legge 296/2006. Il contributo è riservato ai nuclei familiari residenti nei 14 Comuni dell’Ambito territoriale sociale 21 e, secondo i dati forniti da quest’ultimo, gli aventi diritto sono  212 famiglie. Le risorse disponibili sono complessivamente quantificate in 42.920,25 euro.

L’entità del buono sarà determinata in relazione al numero delle domande ammesse, ed  erogata alle famiglie che ne faranno richiesta su apposito modulo, in base ai criteri di accesso previsti nel bando, ovvero residenza in uno dei comuni dell’Ambito territoriale sociale 21, un reddito Isee non superiore a 18 mila euro e la presenza di 4 o più figli all’interno del nucleo familiare.

Dopo la verifica dell’ammissibilità e della completezza delle domande presentate in Comune, il Servizio Sociale comunale, invierà le richieste all’Ufficio di coordinamento dell’Ambito territoriale sociale A quest’ultimo, infatti, spetta l’avvio della pratica istruttoria e la successiva redazione della graduatoria di assegnazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 731 volte, 1 oggi)